16 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Ischia, sull’isola anche Ciccio Scarpa

Views: 1

Si allenerà anche questo pomeriggio, presso la struttura Kennedy ai Camaldoli, l’Ischia del tecnico Dino Bitetto.
Una full immersion iniziata lunedì scorso, giorno del raduno, e che proseguirà fino al primo impegno ufficiale in programma il 14 agosto per la gara inaugurale di Coppa Italia Lega Pro.
Nessun giorno di festa, dunque, per il gruppo gialloblù, messo sotto torchio dal preparatore atletico Pasquale Sepe sotto l’attenta supervisione di Bitetto e del collaboratore tecnico Andrea Destino.
Pesanti i carichi imposti dallo staff tecnico isolano sebbene monitorati con la tecnologia GPS che da sempre contraddistingue la metodologia adottata da Sepe. Ieri pomeriggio, sul sintetico del Kennedy, i gialloblù hanno disputato la prima amichevole stagionale battendo una selezione di calciatori svincolati per 8-1.
In rete Palma, Kanoute, Acampora, Calamai oltre ad Armeno e Bacio Terracino con una doppietta ciascuno. Bitetto ha alternato tutti gli effettivi a sua disposizione, partendo dai nuovi acquisti (Mirarco, Guardiglio, Guarino, Moracci, Mercadante, Palma, Kanoute, Iuliano, Filosa, Porcino, Calamai e Izzillo) per finire ai calciatori in prova già da diversi giorni: i centrocampisti Gennaro Acampora (ex Monza), Giuseppe Colantoni, atleta classe ’94 che lo scorso anno ha totalizzato 21 presenze in serie D col Taranto, e Luca Bargiggia, un ’96 proveniente dal Delta Porto Tolle e figlio del collega di Mediaset, Paolo.
Mancava all’appello l’attaccante classe ’95 Simone Fioretti, l’ultima stagione alla Virtus Lanciano e anche lui aggregato in attesa di un’eventuale firma. Spazio nel secondo tempo a Ciccio Scarpa, prossimo oramai a vestire la maglia gialloblù.
Non c’è ancora l’accordo ufficiale ma le parti sono molto vicine a finalizzarlo.
L’ex fantasista del Savoia ha preferito accettare l’offerta ischitana dopo l’esclusione del Città di Sorrento dalla graduatoria dei ripescaggi in serie D. Respinte al mittente, a causa di una certa distanza tra domanda ed offerta, le proposte di diversi club di Lega Pro, tra cui Lupa Roma e Casertana, Scarpa si era impegnato sulla parola col patron rossonero Franco Giglio esclusivamente in caso di partecipazione dei costieri al prossimo campionato di D.
Poi la doccia fredda e la relativa avance dell’Ischia che da venerdì mattina lo ha messo a disposizione di Bitetto.
Almeno un centinaio gli spettatori intervenuti al primo test degli isolani, alla presenza del dirigente Lucio Pellone, del segretario Pino Iodice e del noto collega ischitano Giovanni Sasso, da anni vicino alle vicende gialloblù. Era assente il ds Ciro Femiano, alle prese con trattative e colloqui per completare la rosa di Bitetto.E’ andato via tra la delusione dei fan gialloblù Mario Finizio, che ha raggiunto Rainone a Caserta, mentre Armeno ha deciso di sposare di nuovo la causa dopo essere stato vicinissimo alla Casertana (trattando però col Benevento che ne avrebbe rilevato il cartellino).
Per quanto invitante, la proposta giallorossa non ha fatto muovere di un centimetro il centrocampista puteolano, che dopo giorni di riflessione ha preferito con un grande atto d’amore restare sull’isola e rispettare il contratto. Evan Cunzi non è più una priorità, mentre si cerca una prima punta di spessore, dopo il no di Orlando. E in questo senso sono tanti i nomi sul taccuino del ds ischitano. Nessuna novità invece per Tortori, che ha già rifiutato una prima offerta del club. Insomma, nonostante questi primi movimenti abbiano quasi totalmente rivoluzionato il roster gialloblù, il mercato non finisce di certo qui. Occorrono alcuni under di affidabilità per rispettare il criterio dell’età media ed è necessario implementare il reparto offensivo che, allo stato attuale, può contare solo sull’esperienza di Scarpa oltre che sui giovani Manna e Kanoute. A tal proposito sono tanti gli agenti ed i mediatori che stanno facendo capolino al Kennedy per gli allenamenti dell’Ischia.
Tra negoziati e confronti, si costruisce la squadra del futuro. Aspettando di far pace coi tifosi, ancora sul piede di guerra dopo la decisione del club di emigrare a Napoli per i lavori settimanali del gruppo.

About Stefano Sica 913 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di Footballweb

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.