18 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Il Carpi vede la A, che bagarre in coda

Views: 1

Manca solo la matematica. Ma ormai è chiaro a tutti che nel prossimo campionato di Serie A ci sarà anche il Carpi. Venerdì la squadra di Castori ha compiuto altri tre passi decisivi verso la promozione diretta. Vittima sacrificale: il Bologna, l’antagonista dei biancorossi. Almeno così sembrava alla vigilia. Alla fine il Carpi si aggiudica game, set e derby. Mentre il Bologna dovrà guardarsi le spalle da qui fino al termine. Comunque Lopez può tirare un sospiro di sollievo. Il Vicenza non ne ha approfittato, merito di una Pro Vercelli indomita e tenace che ha bloccato i biancorossi sul pari. Risale l’Avellino, (1-0 al Modena), risorge il Livorno (idem contro il Lanciano), si conferma il Perugia che vince d’autorità a Chiavari grazie alla premiata ditta Arde&Falci. Fanno rumore le cadute dello Spezia a Crotone e del Frosinone a Trapani. Crolla invece inaspettatamente il Pescara in casa contro il Brescia, già con un piede e mezzo nella fossa. Male anche il Bari sconfitto a Terni. Al netto dei risultati, più o meno sorprendenti, l’impressione è che dal secondo all’undicesimo posto sono tutti in lizza per la promozione diretta o indiretta mediante la roulette dei play-off. Viceversa dal dodicesimo a scendere è un tutti contro tutti per scongiurare l’inferno della Lega Pro. Addirittura 9 squadre nello spazio di 4 punti. Più giù il Varese che sembra già aver sventolato bandiera bianca, dopo lo 0-3 casalingo contro il Catania, rivitalizzato da due vittorie consecutive e il Brescia, deciso però a vendere cara la pelle, nonostante la scure della giustizia sportiva. Le più attrezzate per centrare la salvezza diretta sembrano comunque Ternana, Trapani e Latina, tutte vincitrici ieri sera. Resta complicata la situazione del Crotone, implacabile in casa, disastroso lontano dalle mura amiche, e della Pro Vercelli, scivolata indietro dopo una prima parte di campionato eccellente. Ma i giochi non sono ancora fatti. E le sorprese sono dietro l’angolo. Come ci ha spesso abituato la B, il campionato più schizofrenico d’Italia.

Mariano Messinese

About Michele Pisani 2906 Articoli
Giornalista sportivo, iscritto all'albo dopo una lunghissima gavetta. Una passione malcelata per la Formula Uno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.