• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli Nord
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Dedicato a Luca Alvieri

Premier, quanti saldi di valore… e se approdassero in Serie A?

Condividi i nostri articoli

Servizio di Luca Alvieri @riproduzione riservata


Ed eccoci di nuovo qui. Buon anno e soprattutto buon calciomercato a tutti. Già, perché gennaio non è soltanto il primo mese del nuovo anno ma è soprattutto il primo mese del calciomercato. Non sarà importante e spendaccione come quello estivo ma il mercato invernale racchiude delle specialità, ovvero, i giocatori in scadenza. Nella sessione di gennaio, infatti, oltre ad aggiustare eventuali errori fatti in estate, i club lavorano per lo più al futuro della rosa, con rinnovi da fare, giovani da pescare e soprattutto talenti in scadenza da bloccare. Non sempre, però, i giocatori in scadenza sono ai margini della rosa o l’ultima ruota del carro che nessuno vuole rinnovare. In questo caso, infatti, parliamo di veri e propri pezzi da 90. In Premier, ad esempio, ce ne sono a bizzeffe di giocatori in cerca di un nuovo contratto e se solo vediamo di chi si tratta, ci mettiamo le mani nei capelli al solo pensiero che questi si debbano trasferire a costo zero.

Questi in foto sono solo i primi 21 nomi della lista dei giocatori in scadenza in Premier League. In cima, come d’obbligo dato il suo immenso talento, c’è Alexis Sanchez. In estate l’attaccante dell’Arsenal è stato ad un passo dal vestire la maglia del Manchester City ma poi non se ne fece più nulla soltanto per questioni di tempo.Risultati immagini per sanchez udinese In passato, però, oltre ad aver fatto le fortune del Barcellona insieme a Messi e Pedro, il “Nino maravilla” ha militato anche in Italia, tra le file dell’Udinese, dove appunto, diede sfogo al suo immenso talento. La sua parentesi in bianconero diede il via alla sua brillante carriera ma al giorno d’oggi, se una squadra italiana dovesse compiere questo colpaccio a parametro zero, dove giocherebbe Alexis Sanchez?
Beh, escludendo l’Udinese, dove già ha timbrato il cartellino, la prima quadra che viene in mente a cui serve maledettamente un giocatore del suo ruolo, è il Milan. Le altre, Napoli, Roma, Juve ed Inter hanno già la sua ala titolare, mentre i rossoneri invece no. Questa può e deve essere vista come una mancanza nel super mercato fatto dal Milan in estate, visto che nel 4-3-3 di Gattuso, spesso abbiamo visto in quel ruolo il buon Fabio Borini. Immaginate, dunque, un tridente composto da Sanchez, Cutrone e Suso. Sarebbe tutta un’altra storia…


Dopo il 7, viene il 10. No, non è un errore matematico, è semplicemente l’altro errore che sta per compiere l’Arsenal. Oltre a Sanchez, infatti, nella lista dei saldi compare anche il pregiatissimo nome di Mesut Ozil. Un giocatore straordinario, capace di fornire assist ai compagni anche con la benda agli occhi e girato di spalle.Risultati immagini per ozil real madrid Ancora non mi spiego, personalmente, la scelta di entrambi di trasferirsi all’Arsenal, dove al netto dei titoli vinti con le maglie di Barça e Real, debbano accontentarsi al massimo, e nemmeno è sicuro, di una misera F.A Cup (Senza togliere niente a questa competizione). Ma andiamo avanti e pensiamo al futuro immaginario del centrocampista tedesco che, a differenza del compagno di squadra, non è mai stato in Serie A. Dunque vediamo, a chi servirebbe di più un fantasista come lui? Capace di giocare come trequartista, mezz’ala e anche regista. Un centrocampista completo. Sarebbe facile dire Milan, dove serve una mezz’ala in più, ma giusto per cambiare diciamo Inter. Brozovic e Joao Mario non hanno reso come si sperava nel ruolo di trequartista dietro a Icardi nel 4-2-3-1 di Spalletti e il solo Borja Valero non può sempre permettersi di impostare e rifinire il gioco in tutte le azioni e soprattutto, in caso di approdo in Champions, l’acquisto dell’ex Real Madrid sarebbe un giusto rinforzo per dire la propria anche in Europa.


L’ultimo nome con cui divertirci, visto che è impossibile trattarli tutti, è il “Dio sceso in terra” Zlatan Ibrahimovic. La sua carriera è costellata da titoli vinti in ogni dove, anche in Premier, dove però ha dovuto affrontare un nemico mai incontrato prima: l’infortunio. Il primo acciacco di Zlatan è infatti avvenuto durante la sua esperienza al Manchester United, che l’ha visto costretto a guardare dalla tribuna i suoi compagni vincere l’Europa League. L’età (36 anni), però, non gli permette il pieno recupero e appena tornato in campo poche settimane fa, ha dovuto arrendersi di nuovo al suo ginocchio, che lo terrà minimo un altro mese lontano dai campi. Ora, parlando di mercato, comprare uno come Ibra è un vero e proprio azzardo. Perché oltre all’immenso talento presente nei suoi piedi, ci sono da considerare i rischi di un’altra ricaduta e in tal caso lo stipendio che si andrebbe a spendere per nulla. Ma noi, di questo, ce ne freghiamo. Ibra è forte e lo sarà sempre e continuiamo il nostro gioco del “dove lo vedi?”. In Italia, come anche i sassi sanno, Ibrahimovic ha già vestito le maglie di Juve, Inter e Milan, vincendo la bellezza di 6 scudetti complessivi. Quindi, escludendo queste tre, la prima squadra che viene in mente a cui serve una punta come lui, è la Roma. C’era anche il Napoli come opzione, ma visto lo stile di gioco utilizzato e il rendimento di Mertens, Ibra sarebbe come un pesce fuor d’acqua nello scacchiere di Maurizio Sarri. A Roma, invece, Zlatan troverebbe la giusta collocazione tecnico tattica nell’11 di Eusebio Di Francesco, andando a togliere anche senza troppe manfrine il posto ad Edin Dzeko. Il bosniaco ha talento, ma Ibra di più. E poi, “l’uomo degli scudetti”, vestito di giallorosso, fa già venire i brividi.


Risultati immagini per ibra milan

Dopo esserci divertiti con questi tre nomi, diamo a voi la possibilità di fare altrettanto con i giocatori presenti nella lista sopra inserita. Dal talento di Mata a quello di Herrera. Dalle corse di Shaw a quelle di Young. Molti giocatori dello United sono in scadenza di contratto, ma non solo. Anche Emre Can, in orbita Juve, è in scadenza con il Liverpool. Oppure la bandiera dimenticata di Yaya Tourè, giunto ormai a fine contratto con il City. Insomma, un infinità di talenti pronti a giocarsi le proprie carte in un’altra squadra. Non ti resta che analizzare le caratteristiche di ogni singolo giocatore e dirci, in Italia, dove vorresti vederlo giocare.

About Luca Alvieri 484 Articoli
Grande appassionato di calcio, italiano ed internazionale. Grandissimo tifoso del Milan, delle favole calcistiche e della storia che il calcio racconta. Se il pallone avesse un volto, sono sicuro che assomiglierebbe al mio...

Commenta per primo

Lascia un commento