• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
    Direttore Responsabile: Michele Pisani

Menichini: “Peccato non aver realizzato il terzo gol che avrebbe ipotecato la salvezza”

Condividi i nostri articoli

Hits: 19

La Salernitana s’aggiudica il primo round ma non manda al tappeto il Venezia. La rete di Zigoni tiene in vita i lagunari che strappano il 2-1 all’Arechi, risultato che lascia ancora tutto aperto. Al Penzo, però, i granata avranno il vantaggio di poter disporre di due risultati su tre.
Fino al 90′, però, la Salernitana aveva fatto la bocca al doppio vantaggio e sperava di non avere eccessive pressioni. “E’ stato un peccato non aver realizzato il terzo gol che avrebbe ipotecato la salvezza – ha esordito Leonardo Menichini in conferenza stampa – Nella ripresa non ci siamo abbassati per scelta, abbiamo cercato di ripartire sempre. Sotto di due gol il Venezia ha portato avanti anche i difensori e ci ha spinto ad abbassarci. Questo gol ci lascia un po’ d’amaro in bocca. Voglio guardare il bicchiere mezzo pieno, ho rivisto la Salernitana giocare e far circolare palla. C’è rammarico per il gol subito ma la prestazione c’è stata. Non era facile, abbiamo cercato di fare quello che abbiamo provato in questi giorni durante gli allenamenti”. Sotto osservazione l’aspetto fisico. Tra giocatori reduci da infortuni e altri che non giocavano da tempo, la Salernitana ha terminato con la spia in riserva. Domenica si gioca di nuovo, con lo spauracchio supplementari detto l’angolo: “Avevamo tanti giocatori non al top. Pucino era tanto tempo che non giocava, Djuric mi chiedeva il cambio, Orlando era la prima dall’inizio ed ha accusato un calo fisico. Anche Minala, Mantovani e Migliorini avevano problemi, ho dovuto centellinare i cambi. Sapevamo che quella di stasera era una trappola e che non c’era da fidarsi. Il Venezia era tutt’altro che in vacanza, non fossimo stati agguerriti e pronti a combattere palla su palla pativamo guai seri. Abbiamo il 50% di possibilità di salvarci, voglio ringraziare il pubblico che ci ha mostrato affetto e calore. E’ quello di cui ha bisogno questa squadra, dobbiamo essere un corpo unico poi ognuno trarrà le sue conclusioni. Abbiamo scaldato il pubblico, in certi momenti c’è stata una prestazione sopra le righe. I tifosi erano bendisposti nei nostri confronti. Ho visto una squadra che vuole salvarsi e che ha a cuore le sorti della Salernitana, in queste due partite c’è la possibilità di riscattare una stagione. Dobbiamo recuperare dal punto di vista fisico, intanto ci godiamo questa vittoria che ci consente di avere due risultati su tre. Non faremo calcoli, andremo a giocare con le nostre possibilità provando a far gol. Nel calcio può sempre succedere di tutto, bisogna stare sul pezzo fino alla fine del triplice fischio. Domattina chi ha giocato farà allenamento defaticante, cerchiamo di fare valutazioni con lo staff. Non escludo che possa giocare gente fresca”.

About Raffaele Cioffi 1034 Articoli
Collabora con il sito www.footbalweb.it, segue la Salernitana

Commenta per primo

Lascia un commento