16 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

La Roma si rilancia definitivamente, la Juve corre ma il Napoli non molla

Views: 0

Il Napoli resta sempre sulla scia di una Juventus che continua ad essere inarrestabile. Gli azzurri hanno dato un calcio anche alle prime critiche, alle prime perplessità vincendo con autorevolezza contro un Chievo che, segnando al primo minuto con Rigoni, aveva gelato il San Paolo. Poi il solito Higuain aveva subito rimesso le cose apposto, mentre a firmare la vittorie sono stati Chiriches, schierato al posto di Albiol e che con il gol si è fatto perdonare l’errore di aver spianato la strada al vantaggio clivense, e Callejon che se trova la prolificità del suo primo anno, fungerà da ulteriore freccia nella faretra di mister Sarri. Il Napoli doveva vincere e l’ha fatto, ritornando al successo che mancava da un mese, evitando anche la fuga di una Juventus che, in campionato, viaggia a mille all’ora. Dopo il grosso spavento nella semifinale di ritorno di coppa Italia contro l’Inter, con la finale conquistata solo alla lotteria dei rigori quando sembrava ipotecata dopo il 3-0 dell’andata, a Bergamo si è stati corsari con un gol per tempo. Barzagli ha aperto le danze e Lemina le ha chiuse, una vittoria meritata quella dei bianconeri contro un’Atalanta che ci ha messo grinta ma non si poteva opporre alla forza d’urto degli uomini di Allegri che restano in testa al campionato. Ora questa Roma di Spalletti è da prendere in seria considerazione, e non solo per il terzo posto. Sette vittorie consecutive non si conquistano per caso, e se si annienta con un poker anche la Fiorentina, allora si può dire tranquillamente che i giallorossi sono ritornati. A segnare sono stati ancora una volta El Shaarawy e Perotti, che hanno totalmente cambiato volto e fisionomia alla squadra, e quel Salah che, con una doppietta, ha fatto capire di essere ritornato quello che tutti si aspettavano dopo essersene accaparrati le prestazioni. Questa è una Roma che ha ritrovato certezze e autostima, il terzo posto è più che alla portata ma, continuando di questo passo, si possono aprire scenari che sembravano ormai tramontati. Che smacco, invece, per una Fiorentina che aveva strappato applausi contro il Napoli ma che è crollata inopinatamente in terra capitolina, allora veramente è la continuità che manca alla Viola. Per il podio della classifica, non va scartata la candidatura dell’Inter che ha battuto 3-1 il Palermo in casa, mentre il Milan è stato piegato da un grande Sassuolo che sta disputando un campionato eccezionale. Dalla lotta ai piani alti, si passa direttamente ai bassifondi con l’importantissima vittoria del Frosinone contro una Udinese che ora è stata risucchiata a tutti gli effetti nella lotta alla salvezza mentre i ciociari sperano sempre di più nella permanenza. La Sampdoria, rifilandone tre al Verona, ha assunto una rigenerante boccata d’ossigeno condannando quasi sicuramente gli scaligeri alla serie B, mentre al Carpi non è riuscito il blitz al Dall’Ara di Bologna e si è accontentato almeno di un punticino, tre punti d’oro per il Genoa che ha battuto di misura l’Empoli e allontana, anche se non definitivamente, gli spettri della retrocessione. È un campionato molto bello: la lotta al tricolore è apertissima, anche quella al terzo posto, nella zona rossa, solo l’Hellas Verona sembra aver perso ogni possibilità e ci sono tante squadre che, a sorpresa, sono piombate nel calderone.

About Maurizio Longhi 651 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.