• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
    Direttore Responsabile: Michele Pisani

S.P.A.L. Napoli 1-2, all’ultimo respiro gli azzurri passano a Ferrara

Condividi i nostri articoli

Hits: 33

servizio di Vincenzo Capretto ©riproduzione riservata

Il Napoli esce dal Mazza con i tre punti dopo una bella e divertente partita nonostante il diluvio sulla città emiliana.

Ancelotti orfano degli infortunati Insigne, Mertens e Ounas lancia Zielinski al fianco di Milik e Younes sull’esterno In difesa si rivedono Malcuit, Luperto e Rui.

La partita  sin dalle prime battute è godibile e piacevole da vedere, d’altronde nessuna delle due squadre aveva problemi di classifica. Al 5’ è Milik ha colpire il palo numero 26, ampiamente record europeo, sulla respinta è lo stesso polacco che impensierisce Viviano bravo a distendersi e salvare in angolo.

La S.P.A.L. in ripartenza crea qualche apprensione, soprattutto con Petagna ma senza impensierire seriamente Meret. Al 32’ Younes salta tutta la difesa spallina ma calcia, da pochi passi, incredibilmente fuori. Il primo tempo finisce a reti bianche nonostante diverse opportunità soprattutto azzurre. Nella ripresa al 51’ è Allan che dopo un’azione insistita insacca con un pregevole tiro a giro. Al 70’ ancora il Napoli a rendersi pericoloso con Ruiz che di testa impegna Viviano, sul successivo angolo è Malcuit a colpire i guantoni dell’estremo difensore bianco azzurro.

Al 74’ errore di Meret in disimpegno che serve Ruiz pressato da un avversario, la palla finisce a Petagna che calcia ma il giovane portiere si riscatta parando con i piedi. La S.P.A.L. accelera e schiaccia gli uomini di Ancelotti.  Al 76’ annullato e poi confermato dal Var il pareggio spallino con Floccari. Pochi minuti e ancora Meret che blocca un colpo di testa di Floccari. Al 82’ arriva il pareggio bianco-azzurro. Luperto atterra in area Floccari. Petagna insacca su rigore. I partenopei non ci stanno e all’87’ dopo un meraviglioso uno due Callejon- Rui quest’ultimo insacca il nuovo vantaggio con un violento tiro all’incrocio. In pieno recupero ancora Meret si supera prima su Jankovic e infine su Floccari. Finisce una delle partite più avvincente viste in questo campionato.

Ansa

Il Napoli imbottito di riserve inizia bene, con un approccio propositivo e volitivo nonostante non ci sia più nulla da chiedere a questo campionato. Questo già rappresenta uno step in avanti. Buone giocate nonostante il campo intriso di acqua anche se si notano alcuni giocatori distratti e un pò in affanno. Basta citare Zielinski e Ruiz con quest’ultimo che sbaglia anche le cose più banali. A centrocampo si rivede uno stratosferico Allan che corre per novanta minuti a tutto campo pressando e ringhiando su ogni giocatore spallino. Bellissimo il gesto del brasiliano dopo la sua rete, corre sotto il settore dei tifosi azzurri e bacia più volte la maglia, forse non è così scontata la sua partenza come determinate testate vogliono farci credere. Il Napoli a metà della ripresa stacca la spina subendo una buona S.P.A.L. Migliore in campo Meret, un predestinato. Un portiere che è destinato a far parlare di sé nonostante la sua giovane età. Ancora nuvole e dubbi su Verdi, l’ex bolognese sembra già essere con la testa altrove. Infine non possiamo non citare Younes, il tedesco continua a dimostrare di avere ottimi numeri ma anche ad essere estremamente egoista, toccherà ad Ancelotti disciplinare il talento per poter avere nella prossima stagione un’altra freccia al suo arco.

Domenica sera si chiude al San Paolo con un’affascinante sfida, il Napoli saluta il proprio pubblico sfidando l’Inter di Spalletti ancora alla ricerca di un posto Champions.

About Vincenzo Capretto 158 Articoli
Appassionato sin dall'infanzia di calcio ed in particolar modo del Napoli. Laureato in scienze organizzative e gestionali si occupa per FootballWeb dal dicembre 2016 prevalentemente del Napoli e dell'ambiente azzurro.

Commenta per primo

Lascia un commento