20 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Pistocchi: “Il Napoli gioca bene e ha organizzazione, ma è presto. Milan e Inter hanno qualcosa in più”

Pistocchi: “Il Napoli gioca bene e ha organizzazione, ma è presto. Milan e Inter hanno qualcosa in più”

Views: 3

Cosi, Maurizio Pistocchi,  a Marte Sport Live: “Spalletti giustamente fa il pompiere perché il fuoco dell’eccessivo entusiasmo brucia spesso anche le legittime ambizioni. Il Napoli ha dimostrato di essere competitivo e di avere organizzazione di gioco. Il risultato finale può variare con delle componenti spesso imprevedibili, come un palo o un errore del portiere. Quello che vediamo nel Napoli di oggi è un’identità molto forte, sta bene in campo e si difende con ordine, attacca con precisione e quindi nel complesso le impressioni sono tutte positive ma siamo appena agli inizi. Il Napoli non vinceva così tante partite di fila dal 2017/2018 ma bisogna continuare così. Le prossime 2 gare di campionato contro Fiorentina e Torino diranno molto sulla consistenza del Napoli, Firenze per esempio è un campo ostico. Come diceva Benitez, bisogna andare avanti spalla a spalla. Turnover con lo Spartak Mosca? Io sono convinto che al di là della Champions League le altre coppe siano più un peso che un vantaggio, anche perché giocare di giovedì è sempre un problema. Di fatto c’è un solo giorno per preparare la partita. A mio modo di vedere Spalletti dovrà fare un turnover molto efficace. Probabilmente abbiamo visto qualcosa nei minuti finali sia contro il Cagliari che nelle altre partite. Se io dovessi fare delle scelte, non escluderei la possibilità di un Napoli per la coppa e un Napoli per il campionato.Sono convinto che la differenza in questo campionato la faranno gli allenatori. Per me Milan e Inter hanno qualcosa in più degli altri a livello di organico ma non dimenticherei la Juventus, che ha un organico tale da poter lasciare fuori Nazionali. Mi sembra che quello che finora ha lavorato meglio, pur essendo arrivato da poco, sia stato proprio Spalletti, che ha dato già un’identità chiara. Ritengo che ancora Inter e Milan abbiano qualcosa in più”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.