16 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Napoli, così il gap con la Juve aumenta…

Views: 0

Servizio di Ivan Palermo @riproduzione riservata


Il calciomercato sta entrando nel vivo, tutti i club si stanno muovendo al fine di innestare nuove pedine nel loro scacchiere. La regina del calciomercato italiano è sicuramente la Juventus, fresca campione d’Italia, non a caso per la quinta volta consecutiva, la quale si è accaparrata già due top player: Miralem Pjanic, già affermatosi in serie A con la maglia della Roma, passato alla Juventus per fare il salto di qualità, e anche per vincere qualche trofeo in più, visto che in Italia ne è ancora a secco. Dani Alves, preso a parametro zero, esperienza e qualità da vendere, proveniente dal Barcellona, ha vinto e rivinto tutto con Messi e compagni; sbarca in Italia con l’intento di continuare a fare quello che sa fare meglio: vincere. Il Napoli, è ancora fermo fin ad ora all’unico acquisto fatto subito dopo la fine del campionato: Lorenzo Tonelli, mestiere difensore centrale, il quale ha fornito nelle ultime due stagioni in serie A con l’Empoli, prestazioni esaltanti, che gli sono valse anche la chiamata in Nazionale per lo stage pre-europeo fatto da Antonio Conte. Dopodiché, tanti nomi sono stati accostati ai partenopei, da Lapadula, poi accasatosi al Milan, ad Herrera e Witsel, passando per Zielinski, che continua a rifiutare la piazza azzurra, da Soriano a Candreva, fino ad arrivare a Vrsaljko, ad un passo dal trasferimento alla corte di Maurizio Sarri, sfumato solo per inserimento nella trattativa della finalista perdente della ultima Champions League, l’Atletico Madrid. Ed è proprio la squadra di Simeone che adesso, vuole strappare al Napoli il fiore all’occhiello dell’ultimo campionato: Gonzalo Higuain, mister 94 milioni di euro, il quale ha già fatto sapere al club, tramite il suo agente, di non voler rinnovare il contratto in scadenza nel giugno 2018. Il motivo, è che Gonzalo, non è più convinto del progetto Napoli, in quanto la politica societaria non è quella di acquistare giocatori utili per combattere ad armi pari con la Juventus, ma soltanto di accaparrarsi giovani promesse. Di certo non si può dire che Higuain non abbia ragione, basti pensare al mercato di gennaio fatto dal Napoli, che in quel momento della stagione occupava la prima posizione in classifica; praticamente inesistente, con i soli innesti di Vasco Regini, una sola presenza collezionata nell’ultima giornata di campionato contro il Frosinone già retrocesso, e di Alberto Grassi, giovane promessa proveniente dall’Atalanta; infortunatosi al primo allenamento con il Napoli, ha faticato ad inserirsi negli schemi già collaudati di Sarri, infatti, anche quando lo ha riavuto a disposizione, non lo ha mai fatto esordire con la maglia azzurra. Quindi come dare torto al Pipita,autore di una stagione forse irripetibile, con 36 goal in campionato, battuto il record di Nordahl che durava dagli anni 50, e con il bottino finale di 0 trofei conquistati? Un braccio di ferro non porterebbe da nessuna parte, purtroppo se Higuain non cambierà idea sul rinnovo, l’unica soluzione sarà quello di vederlo, magari anche ad una cifra di poco inferiore ai 94 milioni previsti dalla clausola, per non perderlo a zero tra due anni( come ad esempio è successo al Borussia Dortmund con Lewandowski ),o venderlo l’anno prossimo ad una cifra minima. Quindi, caro De Laurentis, pensa bene al da farsi.

About Maurizio Longhi 651 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.