13 Giugno 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Manovra stipendi: accordo Procura Figc-Juventus per il patteggiamento, iniziato il processo

Manovra stipendi: accordo Procura Figc-Juventus per il patteggiamento, iniziato il processo

Views: 3

Con grande anticipo sui tempi previsti (il processo era fissato per il 15 giugno) e appena in tempo per il finale di stagione, nella giornata di oggi si potrebbe scrivere la parola fine al caso Juventus. I legali del club bianconero e il capo della Procura federale, Giuseppe Chinè, si presentano davanti al Tribunale federale per proporre ai giudici l’accordo che hanno raggiunto. Se come sembra praticamente scontato il patteggiamento sarà accettato, alla Juve sarà comminata una pena scontata di un terzo e il pronunciamento sarà definitivo, senza possibilità di ricorso. Nel caso (molto remoto) in cui venga invece rifiutato, si andrà a processo.

MOTIVAZIONI CORTE FIGC, -10 SANZIONE IDONEA – “La sanzione della penalizzazione di dieci punti in classifica da scontare nella stagione sportiva in corso, anche in un’ottica equitativa, si rivela del tutto idonea a soddisfare i criteri di afflittività, proporzionalità e ragionevolezza come innanzi enunciati”. Con questa frase, che precede l’annuncio sanzione, si chiudono le venti pagine di motivazioni della condanna inflitta lo scorso 22 maggio alla Juventus dalla Corte federale d’appello, sezioni unite. Il documento è stato diffuso poco fa, proprio nel giorno che vede il club bianconero davanti al Tribunale federale per il procedimento per la cosiddetta manovra stipendi.

ORE 10.30 VIA ALL’UDIENZA AL TRIBUNALE FIGC
È cominciata poco dopo le 10.30 l’udienza davanti al tribunale federale della Figc per il procedimento contro la Juventus nella cosiddetta manovra
stipendi. Originariamente il processo era stato fissato al 15 giugno, ma l’anticipo è correlato alla possibilità di patteggiamento tra la procura federale e la Juventus che post deferimento, secondo l’art. 127 del codice di giustizia sportiva, prevede il passaggio davanti al tfn per l’approvazione dell’accordo raggiunto tra le parti. L’udienza si svolge in presenza, per la Juventus presenti solo i legali del club guidati dall’avvocato Bellacosa.

IN PRESENZA – A differenza del dibattimento che ha portato ai dieci punti di penalizzazione, l’udienza del Tribunale federale si terrà in presenza. Ci saranno i giudici guidati dal presidente Carlo Sica, la procura federale e gli avvocati della Juventus. Non saranno invece ammessi i giornalisti.

IL PATTEGGIAMENTO – Fuori ufficialmente dalla prossima Champions League, la Juventus ha deciso di chiudere la questione processuale per evitare di portarsi penalizzazioni nel prossimo campionato. Il club bianconero ha infatti trovato un accordo con la Procura Figc per anticipare il processo relativo al filone “stipendi” che era in programma il 15 giugno e accettato una nuova, ridotta, penalizzazione e una multa che, con ogni probabilità, pur non essendo morbidissima, non dovrebbe essere drammatica (il regolamento prevedeva una sanzione da una a tre volte il totale degli stipendi non pagati “regolarmente”, ma se accettato il patteggiamento la pena si ridurrebbe di un terzo, ndr).

I DETTAGLI DELL’ACCORDO – Non sono ancora noti, ma è presumibile che la nuova penalizzazione lascerà la Juve anche fuori dall’Europa League e, magari, ancora in Conference, in modo da scontare eventualmente senza troppi drammi l’eventuale esclusione dalle coppe per un anno cui sembra destinata dall’indagine Uefa. 

VERSO LA CHIUSURA DEL CASO – Fatto sta che, comunque vada, la questione dovrebbe definitivamente chiudersi e la Juve, come chiesto a gran voce da Max Allegri a margine del match perso contro il Milan, potrà finalmente capire l’entità totale della sua pena e, soprattutto, scontarla tutta subito. D’altronde la svolta era nell’aria da domenica sera quando Calvo aveva annunciato che i bianconeri non avrebbero fatto nuovamente ricorso al Collegio di Garanzia del Coni accettando, quindi, la penalizzazione di 10 punti subita per il processo plusvalenze.

About Redazione 10589 Articoli
Redazione Footballweb. Inviaci i tuoi comunicati alla mail: footballweb@libero.it (in alternativa sulla pagina Facebook) e provvederemo noi a pubblicarli. La redazione non si assume la responsabilità circa le dichiarazioni rilasciate nei comunicati pervenuti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.