14 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Juventus: indagine Uefa, rischio esclusione dalle coppe

Juventus: indagine Uefa, rischio esclusione dalle coppe

Views: 2

In precedenza, i punti di penalizzazione erano 15, adesso sono 10, ma per Nyon restano in piedi sia le plusvalenze proibite sia la responsabilità dei dirigenti. Il tutto senza dimenticare il nuovo filone degli stipendi e il macigno della Superlega. Insomma, una situazione molto complicata, ma la strada della Juventus per l’Europa rischia di essere sbarrata dalla UEFA al netto della classifica.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la decisione della Federcalcio europea è attesa per giugno. E potrebbe comprendere anche il tema stipendi. La UEFA sta infatti svolgendo la sua indagine parallela con tutte le carte processuali. Dall’inchiesta italiana risulta che le plusvalenze hanno alterato il gioco e “truccato” il bilancio, così da consentire un accordo favorevole con Nyon sul Fair Play Finanziario.

La Juve – così come altri club – ha già raggiunto un accordo con la UEFA, che prevede una sanzione minima (3,5 milioni). Il problema è che il bilancio corretto non avrebbe forse consentito questa scorciatoia. In più c’è l’aggravante delle dichiarazioni fraudolente. Il “settlement agreement” è fatto per aiutare i club, ma se non viene rispettato, o se le regole sono violate, le sanzioni poi sono amplificate.

Plusvalenze e Fair play: la UEFA ha due motivi per sanzionare la Juve. C’è intanto l’articolo del regolamento che, in caso di antisportività conclamata, consente di sbarrare le porte dell’Europa; inoltre, le sanzioni sul FPF possono portare anche all’esclusione. Tutte situazioni gravi ma che possono essere in qualche modo ammorbidite dalla UEFA (come dimostrano le recenti sanzioni “sostenibili”).

Un atteggiamento disponibile della UEFA passa però per una collaborazione reciproca: finché la Juve resta uno dei “nemici” che vuole la fine della Champions, in cambio della Superlega, non c’è il margine per una trattativa. Ricapitolando: plusvalenze, fair play, antisportività e Superlega. Una Juve nelle coppe del prossimo anno non è facile da immaginare.

Per questo i bianconeri devono sperare di qualificarsi comunque a una coppa, fosse anche la Conference, per scontare subito una eventuale squalifica. La decisione UEFA sarà appellabile in secondo grado e poi al TAS. Ma per il momento è ancora una storia con tanti se e tanti condizionali.

About Redazione 10590 Articoli
Redazione Footballweb. Inviaci i tuoi comunicati alla mail: footballweb@libero.it (in alternativa sulla pagina Facebook) e provvederemo noi a pubblicarli. La redazione non si assume la responsabilità circa le dichiarazioni rilasciate nei comunicati pervenuti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.