16 Luglio 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Avellino – Cagliari pagelle: bene Paghera e Mokulu. Disastro Sbaffo, Migliorini esordio ok

Views: 0

Si ferma a sette risultati utili la serie positiva dell’Avellino, battuto al Partenio dal Cagliari di Massimo Rastelli nell’anticipo della terza giornata di ritorno del campionato di serie B. Era anche iniziata bene la gara per gli irpini ,che scampato il pericolo sulla prima incursione ospite innescata da un controllo maldestro di uno Sbaffo in giornata no,grazie all’ottava marcatura del gigante Mokulu riuscivano a sbloccare subito il risultato concretizzando così quel pressing alto che aveva sorpreso non poco la squadra avversaria. Peccato però, che la catenaria destra dello scacchiere biancoverde imbarcasse acqua ad ogni affondo degli ospiti che impiegavano poco a riequilibrare le sorti della gara grazie alla marcatura di Munari bravo a concretizzare l’ennesima sortita offensiva di un Joao Pedro che ha fatto letteralmente ammattire Davide Biraschi. Se a questo aggiungiamo l’espulsione ingenua subita da Sbaffo al 26°del primo tempo ci rendiamo conto che più di questo contro una squadra che probabilmente in serie A navigherebbe in acque tranquille ai lupi non si poteva chiedere . Ci aspettavamo molto di più in conclusione dalla corazzata sarda ,che nonostante il parco calciatori di tutto rispetto ci sembra molto indietro rispetto alle dirette concorrenti per la promozione diretta Pescara e Crotone ,che grazie ad un gioco concreto e propositivo hanno annullato il gap tecnico con la squadra di Massimo Rastelli.

Pagelle:

Frattali 6: non a colpe sui gol subiti. Mantiene in vita le speranze dei lupi grazie a un paio di interventi nel finale di gara

Biraschi 5.5: l’assenza di D’Angelo lo condanna ad andare spesso in balia della catenaria sinistra dei rossoblu. Detto questo e premesso che comunque gioca in un ruolo non suo ,ultimamente lo vediamo un po’ distratto in alcune fasi di gioco. Spesso non solo perde l’uomo di riferimento, ma tarda anche ad alzarsi nel momento in cui la linea difensiva sale per mettere gli avversari in fuorigioco

Pucino 5.5: stava giocando una gara tutto sommato sufficiente però il grossolano errore che ha propiziato il gol del vantaggio ospite è stato molto grave

Jidayi 6: l’inferiorità numerica consente al Cagliari di attaccare con molti uomini, e questo lo manda in confusione. Spesso davanti alla nostra difensiva si formava un vero assembramento causato dalle due linee mediane che si affrontavano senza esclusione di colpi. Meglio nella ripresa quando con la difesa a tre Tesser riusciva a riequilibrare l’assetto difensivo

Chiosa 6: ancora una buona gare dell’ex Torino ,che conferma il suo buon momento di forma

Sbaffo 4: gara da dimenticare per l’ex lariano riesce a subire due ammonizioni in appena cinque minuti.

Paghera 6.5: è il mediano che mancava. Straordinario in tutte le fasi di gioco riesce a garantire un grande equilibrio. Peccato per l’ammonizione che lo costringerà a saltare la prossima gara

Gavazzi 6: i suoi dirimpettai lo raddoppiavano spesso impedendo così le sue incursioni ,bene in fase di non possesso.

Bastien 6 : è un vero funambolo, corre come un dannato e non si risparmia mai. Peccato per il gol mancato, però è piaciuta la sua determinazione nel buttarsi su quel pallone schizzato da Castaldo.

Castaldo 6: da solo in avanti fa quello che può. Subisce una miriade di falli ma per l’arbitro forse indossa la maglia sbagliata, visto che non lo tutela per niente.


Mokulu 6.5:
non abbiamo nulla da dire su questo calciatore. Quando tutti lo criticavano, noi dicevamo che era un grande. Figuratevi ora.

Insigne 5: il suo ingresso questa volta non incide

Migliorini 6.5: ottimo esordio per l’ex stabiese. È piaciuta la sua disinvoltura nel comandare una retroguardia per lui nuova. Ottime anche le sue conoscenze tattiche ,da non sottovalutare per un calciatore nuovo e proveniente da una categoria inferiore