• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
    Direttore Responsabile: Michele Pisani

FBW – Pres. Frattese: “Svolta necessaria, diversi i motivi alla base”

Condividi i nostri articoli

Hits: 3

DI STEFANO SICA

Cambia la Frattese dopo il pari opaco del Paudice nel turno infrasettimanale col San Giorgio. Un ribaltone tecnico che porta con sé anche un piccolo scossone societario: insieme al trainer Ciro Amorosetti, sollevato dall’incarico, va via Carlo Cristarelli (dimissionario), l’uomo scelto in estate dall’entourage dirigenziale nerostellato per fungere da amministratore delegato e cerniera tra squadra, allenatore e club. Ai nostri microfoni, il numero uno Rocco D’Errico ha affidato in esclusiva la ricostruzione e le ragioni di questa sofferta decisione presa nella serata di mercoledì e approvata all’unanimità da tutti i soci. Come noto, la nuova guida tecnica è stata affidata a Teore Grimaldi, affiancato da Antonio Verdicchio (preparatore dei portieri, peraltro un ex) e da Marco Miserini che fungerà da collaboratore dell’area sportiva della prima squadra. Resta al momento Flavio Ferrara in qualità di preparatore atletico.

L'immagine può contenere: 1 persona

Presidente, che cosa è successo nelle ultime ore?

“Abbiamo preso un allenatore, Grimaldi, che è un po’ lo specchio della nostra società: ambizioso, un pizzico “folle”, affamato e con una innata mentalità vincente. Noi vogliamo un atteggiamento spregiudicato, specialmente fuori casa dove spesso siamo mancati. Oggi per noi inizia un altro corso, dove c’è un tecnico che rappresenta appieno quella che è la nostra filosofia di pensiero. Poi c’è anche altro: riteniamo di aver costruito una squadra in grado di vincere il campionato e di andare sempre su ogni campo con l’obiettivo di conquistare i tre punti. Almeno questa è la nostra idea. Non possiamo e non dobbiamo avere paura di nessuno, pur nel rispetto verso tutti. Anche sotto questo aspetto c’era una valutazione diversa con la parte tecnica. Noi siamo una società giovane, che è in vita da tre anni ma che ha ottenuto già un quinto posto e, lo scorso anno, la vetta del girone. Ora occorre una svolta. Svolta significa vincere. E per vincere crediamo di aver allestito una rosa capace di tagliare questo traguardo. Tra l’altro vincere è possibile solo mettendo in ogni partita cattiveria agonistica. Il nostro obiettivo, già dopo la sconfitta play-off col Gladiator, era quello di migliorarci ulteriormente per restituire la D a Frattamaggiore. Questo elemento doveva essere compreso. Grimaldi, per esempio, ha fatto subito presente a tutti di voler vincere, di non voler sentir parlare di pareggi o sconfitte. Da adesso questo dovrà essere il nostro orizzonte”.

Dopo l’esonero di Amorosetti sono arrivate, quasi immediate, le dimissioni di Carlo Cristarelli.

“Prendo atto di quello che Carlo ha scritto pubblicamente e lo ringrazio per il lavoro svolto per la nostra causa. In effetti anche lui ha confermato che tra di noi c’era una certa differenza di vedute, che spero di aver illustrato a dovere. Vanno via comunque due persone perbene e questo va rimarcato”.

Alla squadra che si sente di dire?

“Che deve dimostrare di avere quella ferocia agonistica che chiediamo e in cui talvolta abbiamo difettato. Grimaldi ha tanta voglia di vincere, ha tanta voglia di riscatto personale e potrà trasmettere questo tipo di atteggiamento. Io voglio emozionarmi, voglio vedere un gioco offensivo, voglio godermi una squadra che faccia la voce grossa anche fuori dallo Ianniello. Poi si può vincere o perdere, ma dopo averci creduto e aver lottato. Mai più timidi o poco consapevoli della nostra forza. Tutto l’ambiente deve supportarci, come un’unica onda inarrestabile. Uniti e convinti di chi siamo e dove vogliamo andare, ce la faremo”.

About Stefano Sica 860 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di Footballweb

Commenta per primo

Lascia un commento