• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
    Direttore Responsabile: Michele Pisani

FBW – Frattese e V. Volla replicano, l’analisi dei due tecnici

Condividi i nostri articoli

Hits: 77

Reading Time: 3 minutes

DI STEFANO SICA

L'immagine può contenere: 1 persona, barba, primo piano e spazio all'aperto

In attesa della gara di Coppa Dilettanti in programma questa sera allo stadio Ianniello (ore 19) tra Frattese e Virtus Volla (agli ospiti basterà il pari per passare il turno), i due tecnici, Ciro Amorosetti e Mimmo Panico, hanno analizzato ai microfoni di FootballWeb la recente sfida di campionato vinta al Borsellino dai nerostellati. “E’ ovvio che è mio dovere analizzare cosa sia successo negli ultimi 15 minuti e non nei 75 precedenti – le parole dell’ex trainer del Casoria -. Se vogliamo essere protagonisti in questo campionato, dobbiamo lavorare sugli errori ed evitare che possano ripetersi in futuro. Anzi, ritengo sia meglio farlo dopo una vittoria piuttosto che dopo una sconfitta. Sicuramente possono essere tante le cause del nostro calo, non ultima quella fisica: noi avevamo giocato appena tre giorni prima con un caldo torrido che poi abbiamo ritrovato a Volla. Non abbiamo tutti al top della condizione e mi pare un fatto oggettivo. Poi può esserci anche un aspetto mentale, ma quello che conta è che bisogna avere un confronto continuo, aperto, franco, nel chiuso di uno spogliatoio. Noi siamo un gruppo e come tale dobbiamo comportarci, senza essere permalosi nell’analisi degli errori, a partire dall’allenatore fino ad arrivare ai calciatori. Insomma, lavoreremo per migliorarci sempre. Gli under? La società mi ha messo a disposizione dei giovani molto bravi nell’assorbire le indicazioni che arrivano da me, dallo staff e dai giocatori più esperti. Questo per me è già fondamentale perché non posso pretendere che in questa categoria militino ragazzi già pronti. E’ invece importante che siano disponibili ad imparare, poi l’errore tecnico ci sta come può starci anche nell’over. Se i primi 75′ rappresentano la mia Frattese? No, la Frattese sarà la Frattese e basta. Io non amo i protagonismi. Bisogna solo pensare a lavorare tenendo un profilo quasi “anonimo”. La Frattese è un gruppo di persone che lavorano quotidianamente dalla mattina alla sera per raggiungere un obiettivo. Sarà la Frattese di tutti, il resto non conta nulla”.

Risultati immagini per mimmo panico

“Loro sono stati superiori da un punto di vista mentale – l’esordio di Panico -. Il gioco è sempre conseguenza degli input che ti dà la testa. La Frattese è venuta qui con la convinzione di vincere e ci è riuscita. Noi, sapendo di non aver nulla da perdere, avremmo dovuto mostrare più coraggio, senza paura di stare alti e di metterci personalità. E’ troppo facile ripartire dopo tre schiaffi, ma la partita avremmo dovuta gestirla meglio, provando anche noi a farla. A questo aggiungiamoci che i loro gol sono stati nostri regali. Esaminandoli singolarmente, sul primo non abbiamo tenuto bene Tommasini sulla marcatura. Il secondo è stato un infortunio collettivo con la palla che era anche nostra. Secondo me c’era anche un fallo sul nostro centrale. Pure sul terzo, la marcatura sul loro giocatore che ha segnato era blanda. Poi è anche vero che hanno colpito un palo, quindi la loro vittoria è assolutamente meritata. Ma noi dobbiamo evitare in futuro certi errori di concetto. La Frattese ha giocato meglio perché noi eravamo sempre bassi, preoccupati, attendisti. L’arretramento di Agata? L’ho fatto per smuoverli un po’. Avevamo preparato la gara in un certo modo: dovevamo palleggiare e farli correre. Nelle partite precedenti ci siamo riusciti, in questa no, anche se l’avversario era ben diverso. Il mercato? Ho calciatori bisognosi di rilanciarsi, che vengono tutti da esperienze particolari. Qualche giovane ha anche finito il proprio percorso nei settori giovanili ed è alla prima esperienza in una prima squadra. E’ un mese che stiamo lavorando, quindi io voglio valutare l’organico che ho. Del resto tutti siamo intenzionati a ben figurare per rappresentare degnamente una società storica come la Virtus Volla”.

About Stefano Sica 856 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di Footballweb

Commenta per primo

Lascia un commento