• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli Nord
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Dedicato a Luca Alvieri

L’ultima opzione per EURO 2020. Dove si potrebbe giocare la fase finale

Condividi i nostri articoli

Il governo britannico sta valutando la proposta di ospitare tutte le partite di EURO 2020, in modo da facilitare l’organizzazione della fase finale del torneo durante la pandemia Covid-19, mentre i tifosi potrebbero tornare negli stadi a maggio, ad annunciarlo è la stampa inglese. Secondo il Sunday Times, il segretario di Stato per la cultura, i media e lo sport, Oliver Dowden ha informato la UEFA che gli stadi britannici potrebbero essere aperti al pubblico prima del resto d’Europa, grazie all’avanzata campagna di vaccinazione contro il Covid del paese. Organizzare le partite di EURO 2020, anche l’intero torneo finale, nel Regno Unito permetterebbe di limitare le perdite finanziarie legate alle ricevute dei biglietti. Per ora, 7 partite di EURO 2020, incluse la semifinale e la finale del girone inglese, sono in programma allo stadio di Wembley a Londra, mentre Glasgow ospiterà quattro partite. Dublino, Amsterdam, Copenaghen, San Pietroburgo, Bilbao, Monaco, Budapest, Baku, Roma e Bucarest sono le altre città ospitanti della competizione.

EURO 2020, rinviato a causa della pandemia di coronavirus

Allo stesso tempo, intervistato da Sky News, il segretario di Stato al ministero della Salute, Matt Hancock, ha dichiarato di “non vedere nulla” relativo a tale proposta e, quindi, in linea di principio “non è vero”. EURO 2020, in programma questa estate, è stato posticipato di un anno a causa della pandemia Covid-19, nella speranza che la situazione sanitaria migliori. Ufficialmente, la UEFA aderirà al progetto EURO 2020 in 12 città europee tra l’11 giugno e l’11 luglio, il che amplifica le incognite in termini di salute e logistica. Allo stesso tempo, l’Unione europea di calcio (UEFA) sta lavorando su diversi scenari alternativi in ​​cui alcune restrizioni di viaggio, poiché esistono quasi ovunque, rimarranno in vigore, mentre diverse partite di Coppa dei Campioni sono già state spostate in altre località. Israele, il Paese con la campagna di vaccinazione più avanzata, ha proposto anche di ospitare le fasi finali di Champions League ed EURO 2020. La National Arena di Bucarest ospiterà le partite Austria – Macedonia del Nord (14 giugno), Ucraina – Macedonia del Nord (18 giugno), Ucraina – Austria (22 giugno), tutte del Gruppo C della competizione, oltre a una partita del ottavo round. finale il 29 giugno.

About Redazione 4090 Articoli
Redazione Footballweb. Inviaci i tuoi comunicati alla mail: footballweb@libero.it (in alternativa sulla pagina Facebook) e provvederemo noi a pubblicarli. La redazione non si assume la responsabilità circa le dichiarazioni rilasciate nei comunicati pervenuti.

Commenta per primo

Lascia un commento