• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
    Direttore Responsabile: Michele Pisani

Lollo Caffè Napoli…ad maiora!

Condividi i nostri articoli

Hits: 7

Nel lungometraggio drammatico del regista Ruben Mazzoleni, intitolato “Sheer”, i sogni “finiscono all’alba”; mentre per la scrittrice Silvia Mango: “le ferite non vanno nascoste, ma valorizzate, perché ci riportano a ciò che siamo, fanno parte del nostro cammino. Non possiamo nasconderle. Non puoi fingere con te stessa che lo strappo non ci sia stato, ma puoi fare in modo che quello strappo ti renda più bella e determinata, più di quanto tu non lo sia già”.

Il Lollo Caffè Napoli esce esattamente così, da queste semifinali scudetto giocate contro l’Acqua e Sapone; esce con la consapevolezza di aver dato filo da torcere ad una corazzata come quella abruzzese, padrona incontrastata dell’intera stagione sportiva, e con la certezza che ormai manchi davvero poco, per raggiungere risultati storici, per la Società prima, e per tutto il movimento del futsal campano (e nazionale) poi.

La classica ciliegina sulla torta: manca ormai solo e soltanto quella! La serie contro i Campioni d’Italia in carica, non ha fatto altro che confermare quanto di buono si era visto sino ad oggi; dando una forte spinta e regalando certezze, nell’aver capito che la direzione presa è quella giusta. Ne è ulteriore testimonianza, la dichiarazione di Mister Marìn, il quale si è detto orgoglioso del suo Napoli, affermando, ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo dato tutto. E’ stata una serie molto equilibrata abbiamo avuto un ottimo approccio e ce la siamo giocata alla pari, purtroppo sono risultate decisive quelle due ripartenze”.

Chapeau per gli abruzzesi dunque, poche volte in svantaggio durante tutta la serie, e quasi mai realmente in difficoltà. Più cinici, a tratti quasi spietati, i ragazzi di Mister Pèrez, forse semplicemente più “abituati” a giocare gare così importanti, eppure così combattute fino all’ultimo secondo, ma con punti in palio così pesanti. Una sconfitta che, tuttavia, non cancella la splendida cavalcata di Capitan De Luca e compagni, autori di una stagione semplicemente straordinaria, macchiata solo dal “pasticcio” delle Final Eight di Coppa Italia, ma che ha dimostrato di essere cresciuta sotto tutti i punti di vista, e di essersi collocata ormai da anni, come altra vera eccellenza napoletana anche se in uno di quegli sport definiti “minori”.

Napoli, tra mille difficoltà, ha vissuto di luce propria davanti a milioni di spettatori; si è fatta ulteriormente conoscere, anche e soprattutto grazie alle telecamere di Sky Sport, che hanno seguito l’evento (e che seguiranno anche le finali).

Sarà dunque ancora una volta l’Acqua e Sapone, a difendere il titolo di Campione d’Italia in carica, contro Pesaro; le prime due classificate, le prime due della classe, quelle che più di ogni altra, avevano diritto a contendersi questo “sogno”.

Commenta per primo

Lascia un commento