• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli Nord
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Dedicato a Luca Alvieri

Napoli, poker…subito

Condividi i nostri articoli
Dopo un primo tempo di contenimento, per gli uomini di Gattuso è fatale Il secondo tempo. L’ennesimo Napoli rimaneggiato della stagione, ci ha anche provato a fare la gara, ma alla lunga c’è stato poco da fare, Atalanta si è mostrata superiore e la sconfitta meritata per gli azzurri. Il primo tempo è all’inglese, kick And rush, palla lunga e pedalare, catenaccio e ripartenze a caccia di Oshimen e Politano che provano a scardinare la difesa atalantina. Il piano partita è questo almeno nella prima frazione di gioco. Senza Lozano e poi anche senza Insigne, Gattuso conta 11 titolari con Elmas spedito sulla fascia sinistra. L’Atalanta come suo solito spinge subito forte, ma non trova la giocata giusta, il Napoli contiene e col passare dei minuti prova a salire verso la porta dei bergamaschi. Oshimen prova a dare fastidio ma anche gli azzurri non trovano la giocata giusta. L’Atalanta con Muriel e Zapata mette in difficoltà la difesa azzurra ma Meret tiene bene. Il secondo tempo è vivace e ricco di emozioni. Il Napoli subisce a difesa schierata il gol di Zapata. Cross perfetto Napoli che salta male e palla che arriva a Zapata e insacca. Il Napoli reagisce e anche bene con l’ingresso di Insigne, ma è la coppia Politano Zielinski a trovare il pari. L’esterno serve al bacio per il polacco che gira in area e insacca. Il Napoli sembra in palla e prova a dare fastidio ma l’ennesimo errore e un pizzico di fortuna porta l’Atalanta al raddoppio. Zapata apparecchia per Gosens che troppo solo insacca facile. Il Napoli crolla e Muriel “aiutato” da Bakayoko si inventa il terzo gol battendo Meret sul suo palo. Il Napoli reagisce e aiutato stavolta da Gosens trova il gol. Il tedesco batte Gollini. Entra anche Koulibaly ma da calcio d’angolo ancora una dormita generale e Romero insacca. 4-2 che chiude il match. Nel finale tanta apprensione per Oshimen con il ragazzo che cade e sviene addirittura. C’è poco da fare questa squadra deve forse andare anche in pellegrinaggio per una bella benedizione. Ennesima sconfitta con un ennesima situazione paradossale.
About Raffaele Cioffi 1331 Articoli
Collabora con il sito www.footbalweb.it, segue la Salernitana

Commenta per primo

Lascia un commento