13 Giugno 2024
  • www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
  • Direttore Responsabile: Michele Pisani

Ivano Bonetti: “Scudetto? Vedo una lotta alla pari Inter-Juve”

Views: 31

Abbiamo incontrato l’ex giocatore Ivano Bonetti fratello del più famoso Dario che fu il primo acquisto di Berlusconi quando rilevò il Milan. Ivano comunque ha avuto una carriera con vari trofei vinti tra cui 2 scudetti con Juventus e Sampdoria. E’ riuscito a conquistare anche in trofeo internazionale cioè la coppa Intercontinentale. Ha giocato anche all’estero in Uk dove ha ancora molti amici. Ora insegna calcio ai bambini. Come hai conosciuto il calcio? Ho conosciuto il calcio giocando alll’oratorio e sentendo la radio. Quando hai capito potesse diventare un lavoro? Sinceramente non ho mai pensato che fosse un lavoro mai neanche quando giocavo ad alti livelli quando inizi a giocare inizi per passione non lo vedrai mai come un  lavoro almeno questo è il mio punto di vista. Hai vinto da giocatore 2 scudetti uno con la Juventus ed uno con la Samp quale ricordi con maggior piacere? Beh quando vinci, vinci e sei felice poi chiaro che lo scudetto vinto con  la Samp e stato vinto nel pieno della maturità con degli amici, con dei fratelli e quindi il ricordo è ancora molto vivo è meraviglioso. Annoveri nel Tuo palmares una coppa Intercontinentale con la Juventus raccontaci le emozioni di quella vittoria. È stata una bellissima vittoria insieme a dei campioni veri, io ero molto giovane all’epoca ma quell’esperienza in Giappone sotto il profilo della mentalità vincente mi ha dato molto. Nella Samp hai vinto anche una Supercoppa Italiana che ricordi hai di quella competizione vinta. Beh quella partita è stata una partita secca io tra l’altro ero infortunato e quindi l’ho vissuta da fuori è un bel ricordo. Hai giocato in tante squadre tra cui Atalanta Bologna Genoa Torino e Brescia hai qualche aneddoto che ci vuoi illustrare. Di aneddoti ce ne sarebbero tanti ma devo dire che sia Bergamo all’ Atalanta che a Brescia dove sono cresciuto, a Bologna  sono state delle esperienze meravigliose la gente meravigliosa abbiamo raggiunto sempre i traguardi prefissati e quindi l’atmosfera e l’entusiasmo è sempre stato al  massimo per cui conservo molti bei ricordi e molti bei aneddoti legati alle vittorie finali. Hai giocato molto anche all’estero cosa ci racconti di quelle esperienze. Giocare all’estero è stata una cosa bellissima la gente di Grimsby e  di Dundee in Scozia è molto molto calda ,la cultura del calcio non è legata tanto al risultato ma quanto all’impegno e all’agonismo che dedichi quando sei sul campo da calcio finita la partita inizia un’altra partita che è quella della Fratellanza. Cosa dire di più sono stati anni bellissimi un’esperienza che mi ha aperto la mente a 360° e così ancora oggi ho molti amici sia in Inghilterra che in Scozia. Hai un’esperienza come allenatore in Scozia al Dundee cosa ricordi di quella avventura. È quello che stavo dicendo prima da allenatore giocatore in mezzo a quel popolo meraviglioso è stata un’esperienza bellissima abbiamo raggiunto l’obiettivo di andare nelle qualificazioni europee e per cui per una città che non era abituata a tutto questo e a stranieri ha sconvolto un po’ nel senso positivo tutta la situazione ed è stata una  esperienza ripeto fantastica e anche molto significativa sotto L’aspetto sportivo e umano. Di cosa ti occupi ora? Insegno ai bambini e a pensare e sviluppare il loro talento individualmente. Lotta scudetto chi vedi favorita? Inter e Juve a pari merito.

 

 

 

 

 

About Adamo Recchia 205 Articoli
Sono un bancario con la passione per il calcio ed il tennis. La mia squadra del cuore? Tifo Inter,
Contact: Website

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.