• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli Nord
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Dedicato a Luca Alvieri

Il Milan soffre ma riesce a passare ai quarti

Condividi i nostri articoli

Coppa Italia, Milan – Genoa 3-1, il Milan soffre ma va ai quarti nell’over time I rossoneri riescono ad avere la meglio sul Genoa di Shevchenko ma non senza patemi. Infatti il Genoa riesce ad andare in vantaggio con Ostigard al 17′, abile a sfruttare un pallone da calcio d’angolo ed a gelare lo stadio, già infreddolito di suo visto il clima. La squadra del grifone ha poi continuato a macinare gioco, complice anche la mancanza di lucidità del Milan, che nella prima ora di gioco, a parte una girata di testa di Krunic dopo 4 minuti che ha finito per scheggiare la parte alta della traversa, ha dimostrato scarsa dimestichezza con azioni coinvolgenti. Sul finire del tempo sono ancora i rossoblù, stasera in grigio, a sfiorare il colpaccio, con Portanova che a pochi passi da Maignan non riesce ad inquadrare la porta. Da segnalare anche un infortunio di Tomori, da valutare nelle prossime ore. Nella ripresa però, dopo un primo quarto d’ora sulla falsa riga della prima frazione di gioco, con un’altra occasione sempre di Portanova proprio al primo minuto, cambia la musica al minuto 62, quando Pioli opta per un triplo cambio, escono Krunic, Rebic e Daniel Maldini ed entrano Bakayoko, Leao e Brahim Diaz. Messias ci prova al 67′, ma il suo colpo di testa finisce alto sulla traversa, Passano appena sette minuti e Giroud pareggia i conti, su cross di Theo Hernandez, finalmente libero di agire sulla fascia, il francese di testa fulmina Semper senza lasciargli scampo. L’ex Montpellier potrebbe addirittura segnare una doppietta poco dopo, su cross di Leao, ma la palla finisce fuori. All’80’ esce Messias ed entra Saelemaekers, ma il belga non riesce ad incidere sulla fascia. Nel frattempo il Genoa ci prova ancora con Melegoni, ma senza successo. I tempi regolamentari finiscono in pareggio, c’è bisogno quindi dei supplementari: al terzo minuto Semper compie un vero e proprio miracolo su Leao, poi è la volta di Theo Hernandez. Ma al minuto 102 ecco che il Milan passa in vantaggio con Leao, fortunato nel sorprendere il portiere del Genoa con un tiro cross. Nel secondo tempo supplementare si segnalano un’altra occasione per il Milan al 102′ con Diaz e una per il Genoa con Ghiglione, subentrato al posto di Portanova. Ma al 112′ il Milan mette la parola fine sulla gara, Theo Hernandez si scatena ancora sulla fascia preferita ed apparecchia a centrocampo per Saelemaekers, che deve solo appoggiare il pallone in rete. Il Milan dunque va ai quarti ed incontrerà la vincente tra Lazio ed Udinese in programma martedì prossimo. Donatella Swift

Commenta per primo

Lascia un commento