• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli Nord
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Dedicato a Luca Alvieri

Silverstone con emozioni nel finale. Vince Hamilton, podio per Leclerc

Condividi i nostri articoli

Pronti, partenza e…Safety Car. Primo giro, Hamilton parte bene mentre Leclerc tenta di superare, ci riesce anche se solo per pochi attimi, Verstappen ma l’olandese si riprende la posizione. Sainz insidia il quarto posto del monegasco. Incidente Magnussen-Albon con il primo che abbandona la corsa. Safety-Car. Si riprende al sesto giro con Hamilton che prende il largo, Bottas gli resta ad un secondo e mezzo. Poi a quattro secondi Vesrstappen e a dieci Leclerc, questo l’implacabile resoconto. Vettel? Partito decimo non riesce a superare Ocon. Non ha la potenza per superare il pilota della Renault ma dopo poco è

Ancora la Safety-Car

Al 13esimo giro di nuovo Safety-Car in pista. Incidente a Kvyat, il russo perde il retrotreno ed esce fuori pista andando a sbattere contro le barriere. Nessun pericolo, solo un grande spavento. Tutti ai box per il cambio degli pneumatici. Ah e solo a titolo di cuirosità. La Mercedes di Hamilton è più veloce della Ferrari di Leclerc di circa due secondi al giro. Serve altro? Si riprende e siamo al 19esimo giro. Ocon supera Vettel, facile-facile. dopo un giro (20esimo) il francese ha già un secondo sul tedesco.

Un Gran Premio avaro di colpi di scena?

Al 36esimo giro, il ritorno ai box. Non succede nulla. Le Mercedes (altro pianeta) vanno da sole. Verstappen si affanna ma non è proprio il caso. Troppa la differenza. Le Ferrari? Quarta e undicesima. Non hanno nemmeno provato a fare un sorpasso, troppo impegnate ad evitare di farsi superare. Lo diciamo? Ma si. Forse è solo una nostra impressione ma se non ci fosse stata, per ben due volte, la Safety Car su un circuito con soli 52 giri, le due Ferrari sarebbero state doppiate dalle Mercedes. Insomma e nel mentre scrivevamo un de profundis ecco il colpo a sorpresa. 51esimo giro. Salta Bottas, problemi agli pneumatici. Hamilton resta primo, Verstappen secondo e terzo posto (secondo podio) per Leclerc. All’ultimo giro rischiano Sainz e Hamilton per una foratura ma l’inglese (avanti quasi trenta secondi) riesce, in pratica a tre ruote, a tagliare per primo il traguardo. Vettel? sorpassato anche da Albon riesce a chiudere al decimo posto.

Total Page Visits: 534 - Today Page Visits: 1
About Michele Pisani 2342 Articoli
Giornalista sportivo, iscritto all'albo dopo una lunghissima gavetta.

Commenta per primo

Lascia un commento