• www.footballweb.it e’ una testata giornalistica
  • registrata presso il Tribunale di Napoli Nord –
  • Numero registrazione 22 cronologico 4288/2016.
  • Editore: Gianni Pagnozzi;
    Direttore Responsabile: Michele Pisani

FBW – Frattese, Amorosetti: “Campionato aperto, non esistono partite facili”

Condividi i nostri articoli

Hits: 0

DI STEFANO SICA

Con l’agevole vittoria contro la Nuova Napoli Nord allo Ianniello (5-0), la Frattese consolida il secondo posto in compagnia di Puteolana e Afro Napoli, mancando l’aggancio all’Afragolese solo per il centro nella ripresa di Ausiello che ha abbattuto le resistenze dell‘Albanova. I nerostellati fanno così il bis in campionato archiviando definitivamente l’addio alla Coppa Dilettanti per mano della squadra di Giovanni Masecchia. E anche per il trainer Ciro Amorosetti, intervenuto ai nostri microfoni, è ormai tempo di guardare avanti. “La squadra mi sembra in crescita sia come condizione atletica sia come gestione della palla e delle potenziali azioni da gol – il suo esordio -. Con la Napoli Nord ovviamente potevamo avere delle insidie solo da un punto di vista mentale, anche perché, a mio avviso sbagliando, siamo troppo abituati a vedere la classifica e non come si esprime la squadra in campo. Invece questo campionato ci insegna che la sorpresa sta sempre dietro l’angolo e ogni partita va affrontata nel migliore dei modi. Nessuno è invincibile e tutti meritano rispetto. Si è parlato della nostra prestazione col Poggiomarino, che tuttavia è una squadra da rispettare e, non a caso, ha perso con la Puteolana solo in extremis e secondo me darà fastidio a tutte”.

L'immagine può contenere: 1 persona, barba, primo piano e spazio all'aperto

SULL’ELIMINAZIONE DALLA COPPA – “Il calcio è bello perché ognuno la vede alla sua maniera. In realtà c’è solo un elemento oggettivo: il risultato. Solo quello può essere una base di partenza per un ragionamento corretto, e credo che la Frattese abbia fatto una prestazione dignitosa, tenendo bene il campo. Poi ci si può imputare di non aver concluso a dovere, o che nel nostro miglior momento, sullo 0-1, abbiamo subito un gol evitabile che ha fatto saltare il banco. Ma, dopo due scontri diretti, non posso dire che si sia vista tra noi e loro questa differenza abissale. E ricordiamo che l’Afragolese, seppur priva di alcuni elementi importanti, aveva alternative dello stesso livello. Alla fine ci hanno condannati gli episodi. Abbiamo rivisto le immagini il giorno dopo, tutti insieme, e si è concordato sul fatto che gli errori commessi sono stati più di concetto che tecnici. In sostanza abbiamo lasciato un uomo libero in occasione del primo gol, non coprendo anche la zona di caduta della palla. E abbiamo letto male anche il loro schema sul raddoppio, pur sapendo che fanno un certo tipo di lavoro sulle punizioni laterali, sia in fase di impostazione sia di chiusura dell’azione. Ma sono situazioni su cui ragioniamo e lavoriamo per migliorare”.

TRIDENTE OVER E REBUS UNDER – “A livello numerico abbiamo molti più attaccanti che in altri reparti. Anzi, col Pomigliano era andato in tribuna Roghi, con la Napoli Nord Cafaro. Quindi è chiaro che sarà questo il reparto con maggiore presenza di over. Ma non dimentichiamo che stiamo facendo crescere un ragazzo come Capasso che potrà dire la sua in futuro. Rispetto alla gara col Marcianise, abbiamo gli under in crescita. Spavone, per esempio, potrà diventare uno dei protagonisti di questo gruppo. Su Adiletta stiamo lavorando: è un 2002 che ha bisogno dei suoi tempi”.

About Stefano Sica 860 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di Footballweb

Commenta per primo

Lascia un commento