Ge. Vi. Napoli…è poker!!!!

Quattro su quattro! E’ questo il bottino della Generazione Vincente Napoli Basket, nelle ultime quattro gare del girone D, del Campionato di Serie B Old Wild West, dopo la convincente prestazione offerta contro la Tiber Roma, che consente agli azzurri di salire a 18 punti in classifica, e continuare a scalare preziose posizioni.

Nel presentare la partita, in conferenza stampa, il Coach della Generazione Vincente Napoli BasketGianluca Lulli aveva detto: «In questo momento non dobbiamo accontentarci. Bisogna ripartire dall’ottima prestazione del PalaSilvestri, crescendo ulteriormente. Affronteremo una squadra tosta, che è dotata di ottime individualità quali Maresca, Lestini e Cecchetti. Sarà molto importante l’approccio iniziale. È un incontro fondamentale per il nostro percorso di crescita. Servirà comunicazione tra tutti gli elementi e tanto sacrificio».

E sacrificio è stato; prova autoritaria quella offerta dai ragazzi partenopei, a conferma che, con l’innesto e la presenza in campo di Bagnoli, hanno decisamente cambiato marcia; starting five per Napoli, composto da Capitan Guarino, Di Viccaro, Chiera, Dincic ed il già citato Bagnoli. L’inizio è subito di marca azzurra, che dopo pochi minuti sono avanti 6 a 2, grazie a Bagnoli e Chiera; gli ospiti però, reagiscono subito, e con un mini break di 0 a 5 si riportano avanti (6 a 7), grazie alla “bomba” di A. Galli e all’appoggio di Cecchetti. Dincic è letale dalla linea del tiro libero, L. Galli risponde “a tono”, ma ancora Dincic e poi Cecchetti si sfidano a colpi di canestri.

Il primo quarto finisce sul punteggio di 14 a 13.

Ad inizio secondo quarto, Napoli però piazza un parziale di 6 a 0, portandosi sul 20 a 13, chiuso con una bomba dall’angolo di Molinari e da Milani. L. Galli cerca di mantenere in partita i suoi, ma ancora un break dei padroni di casa, porta al massimo vantaggio (25 a 15); Milani e Malagoli dettano i tempi, ma Padovani è provvidenziale per i suoi (25-17). Serve tutta la classe di Erkmaa , a cui risponde Lestini, per concretizzare un ulteriore contro break di 7 a 0 (38 a 24) chiuso dalla tripla frontale di Guarino, quando si va all’intervallo lungo.

Al rientro sul parquet l’inerzia della gara non cambia; Bagnoli domina sotto canestro (42 a 24), Maresca cerca di tenergli testa, ma Chiera in penetrazione, allunga ancora (44 a 26). Cecchetti è l’ultimo dei suoi a mollare, ma gli uomini di coach Lulli accelerano e prima che finisca il terzo quarto, allungano sul +20 grazie al gioco da tre punti di capitan Guarino. Fino alla fine del periodo, continua il botta e risposta, con Napoli brava a mantenere sempre il giusto “piglio”, senza mai abbassare il baricentro ed il ritmo di gara; il tempo si chiude sul 67 a 51.

L’ultimo quarto è di pura “accademia”, con Erkmaa che conclude un break di 9 a 0 mettendo, in pratica, la parola fine alla partita. Gli uomini di Coach Sabatino provano ad alzare i ritmi, agevolati anche dalla presenza in campo di chi, come Giovanardi o Puoti, hanno sino ad ora giocato meno, ed accorciano sul 76 a 59. Casale e L. Galli colpiscono da fuori, ma il canestro in penetrazione di Giovanardi chiude le ostilità sull’ 81 a 66 finale.

Top scorer per i partenopei Tommaso Milani, autore di 15 punti a referto. In doppia cifra anche Bagnoli (14), Dincic (12) ed Erkmaa (11).

Al termine della gara, il coach della Generazione Vincente Napoli BasketGianluca Lulli, analizzando l’ampia vittoria contro la Tiber Roma, ha dichiarato: «Sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi. Abbiamo subito solamente sessantasei punti, contro una squadra che ne realizza mediamente settantacinque. Sono contento di aver concesso, anche a quelli che giocano di meno, la possibilità di esprimersi nel finale. Il nostro percorso di crescita continua, ma non dobbiamo fermarci. Ci aspetta il match infrasettimanale contro la Treofan Givova Battipaglia. Può sembrare una formalità, ma bisognerà affrontarlo con la giusta concentrazione».

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche la guardia/ala, Tommaso Milani che ha dichiarato: «Nell’ultimo incontro casalingo abbiamo dimostrato di essere competitivi – ha dichiarato a Radio Punto Zero. Abbiamo lasciato intravedere tante azioni con molti extra pass. Giocando in tal modo, coralmente, metteremo i bastoni tra le ruote a tante squadre. È sotto gli occhi di tutti che l’innesto di Bagnoli sposti gli equilibri. È un big man sotto le plance. La società ha fatto un acquisto importante. I prossimi match sono semplici sulla carta. Tuttavia, nessuna partita è scontata. Dovremo rimanere concentrati, gestendo sapientemente le forze. Bisognerà conquistare quattro punti, che sono indispensabili per risalire la classifica».

Ti è piaciuto l\'articolo?

Vota da 1 a 5

risultato / 5. Numero voti

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

292total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

Lascia un commento