Il futuro in 180 minuti…

Hits: 19

Eusebio Di Francesco e Gennaro Gattuso, due allenatori che guardano al 2019 con occhi pieni di incertezza. Roma e Milan non stanno passando un bel periodo natalizio e i loro rispettivi allenatori non si stanno gustando con piacere il loro panettone, anche se, contro pronostico di qualcuno, sono arrivati lo stesso a magiarlo. Non tanto per il tecnico giallorosso, per lo più per Gattuso, ritenuto da molti non all’altezza della panchina su cui è seduto. Sono ormai settimane che l’ombra di Antonio Conte (su tutti) imcombe sulle loro teste (lo vogliono sia Roma ch eMilan, ndr) e i risultati di entrambe, di sicuro non aiutano. Il Milan, nonostante i passi falsi, è pur sempre ad un punto dal 4° posto, presidiato proprio fino alla scorsa giornata; la Roma invece sta inciampando molto di più, sia sui risultati che sulle prestazioni. I rossoneri, infatti, nonostante la sconfitta con la Fiorentina, ad esempio, non ha espresso un cattivo gioco, andando a peccare solamente nella fase realizzativa, che, purtroppo, è quella che conta di più. La Roma invece ha collezionato solamente 2 vittorie nelle ultime 9 partite di campionato, mostrando una fragilità a livello caratteriale che sta mettendo non in poca difficoltà il tecnico Di Francesco. Oltre, ovviamente, alla discutibile gestione della finestra di mercato, principale caprio espriatorio dei tifosi giallorossi.

Il loro futuro, dunque, è scritto nei prossimi 180 minuti che precedono l’anno nuovo e i famosi buoni propositi, che si dovranno appunto costruire in queste ultime due partite del girone d’andata. Pare più semplice, almeno sulla carta, pronosticare su due piedi il futuro di Gattuso, che dovrà difendere il suo posto contro Frosinone prima e Spal poi. Qualora il Milan dovesse vincere e soprattutto convincere in queste due partite di campionato, il futuro del tecnico calabrese sarà ancora legato a quello dei rossoneri; mentre in caso di non vittoria, anche in una sola di queste gare, la panchina potrebbe scricchiolare in modo davvero vertiginoso. D’altro canto, Di Francesco, ha davanti a se un doppio impegno non “facile” come quello del Milan. Lo attendono infatti il “suo” Sassuolo e la trasferta insiodissima di Parma, proprio prima di Capodanno. A parte la sfida ai ducali, il match contro i nervoerdi sà di triste finale di un film drammatico; perdere il posto per mano del tuo passato… e di tuo figlio. Sarà infatti un derby casalingo quello dei Di Francesco, visto che tra le file degli emiliani spicca il nome, anzi, il cognome di Federico Di Francesco, che rischia di decidere lui stesso il destino del tencino giallorosso padre.

About Luca Alvieri 468 Articoli
Grande appassionato di calcio, italiano ed internazionale. Grandissimo tifoso del Milan, delle favole calcistiche e della storia che il calcio racconta. Se il pallone avesse un volto, sono sicuro che assomiglierebbe al mio...

Commenta per primo

Lascia un commento