Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Salernitana, perso il ‘tredici’ a pochi minuti dalla fine

I granata non fanno tredici. Litteri, con la complicità di Radunovic, con il classico goal dell’ex impone il secondo stop stagionale alla Salernitana. Spesso si dice il pareggio avrebbe accontentato tutti….ma oggi no. Un pareggio non avrebbe dato merito agli sforzi profusi dei veneti per conquistare la vittoria. Vince il Cittadella che nel primo tempo era passata in vantaggio grazie ad un colpo di testa di Varnier, prima di essere raggiunta dal tocco di Pucino. Nel secondo tempo si gioca poco a pallone, poi Litteri segna nell’unica vera occasione creata dalle due squadre. Al Cittadella il merito di averci creduto di più. Tornando alla gara, Bollini recupera Gatto che ha scontato il turno di squalifica ma perde Vitale. In campo va Popescu all’esordio (ottimo impatto), iniziale panchina per Rossi. Al Tombolato piove e fa freddo e la Salernitana, come sempre, accusa un inizio di gara pigro. Il Cittadella porta tanti uomini nella metà campo granata, Iori gioca in regia e Pasa si inserisce con regolarità tra Gatto e Pucino. Proprio al 6’ il figlio di Daniele salta in slalom Pucino e Mantovani e calcia a botta sicura, ma Popescu interviene e manda la palla sul palo. Mantovani è spesso in difficoltà nell’uno contro uno con Strizzolo e tirerà una sospiro di sollievo al 14’ quando l’attaccante del Cittadella è costretto al forfait. Signorelli è più impreciso del solito, Minala fuori partita completamente. Salvi di testa spaventa Radunovic, poi al 23’ il vantaggio veneto. Corner battuto corto, Pasa dal limite trova la testa di Varnier lasciato libero da Signorelli e l’1-0 è servito. Al 27’ Iori fallisce il colpo del ko (prodigioso intervento di Mantovani) e sveglia la Salernitana. Dalla mezz’ora i granata prendono coraggio, supportati da un Alex generoso e un Ricci pulito in regia. Qualche cross sbagliato dalle fasce, qualche fallo procurato a centrocampo e la squadra di Bollini guadagna metri. Fino a quando al 32’ Pucino raccoglie l’assist di Ricci da calcio d’angolo e festeggia l’1-1. Primo gol in granata per il terzino diventato centrale che riprende il Cittadella e poi esagera calciando male una punizione dal limite due minuti più tardi. Il Tombolato non riesce a contenere tutta l’acqua piovuta dal cielo veneto e ben presto la partita di calcio diventa una partita di calci. L’ingresso di Rossi non inverte il trend, anzi lo esaspera. Ricci ci mette anche del suo non buttando fuori un pallone con Iori a terra e gli animi si scaldano. Nel secondo tempo c’è poco gioco, i tiri sballati di Chiaretti e Pasa sono troppo velleitari per spaventare Radunovic che comunque oggi non ha mai dato l’impressione di poter trasmettere fiducia alla sua difesa. La squadra di Venturato ci crede comunque un po’ di più rispetto alla Salernitana e alla fine il 2-1 è anche meritato. Al 37’ Litteri raccoglie un batti e ribatti in area di rigore e regala i tre punti al Cittadella, dopo che Radunovic non riesce a respingere il tiro di Pasa. Vince il Cittadella, seconda sconfitta stagionale per la Salernitana. Il ko prima o poi doveva arrivare, ora a Bollini il compito di rialzare il morale della squadra prima di un’altra trasferta, la settimana prossima in quel di Brescia

303total visits,7visits today

About Michele Pisani 1995 Articoli

Giornalista sportivo, iscritto all’albo dopo una lunghissima gavetta.

Commenta per primo

Lascia un commento