Ge. Vi. Napoli…al settimo cielo!

Qualcosa sembra essersi sbloccato, nelle gambe e nella testa, della Generazione Vincente Napoli Basket; contro l’Alfa Basket Catania, arriva la settima vittoria nel Campionato di Serie B dell’Old Wild West, la seconda di fila, con i ragazzi di Coach Lulli che salgono così a 14 punti in classifica.

Starting five per la Ge. Vi. composto da Erkmaa regista, Di Viccaro, Chiera, Dincic e Malagoli; l’inizio è incoraggiante, con i padroni di casa che dopo una manciata di minuti sono avanti 7 a 4, grazie al lavoro sotto canestro di un Malagoli finalmente in palla, e ad un appoggio a canestro di Ermkaa, che almeno nelle battute iniziali, non fa rimpiangere l’assenza in campo di Capitan Guarino in cabina di regia.

Sirakov (davvero sontuosa a fine gara, la sua prestazione) piazza un break di 0 a 4, portando avanti i suoi, sul 7 ad 8; Di Viccaro segna 5 punti consecutivi, e consente a Napoli di rimettere la testa avanti, quando siamo già sul 12 ad 8; ennesimo parziale a favore di Catania, che con un break di 0 a 7, targato ancora Sirakov, si riporta in vantaggio. Chiera restituisce ossigeno ai suoi, con una bomba da tre punti, Agosta dall’altra parte risponde per le rime, e così ci vuole un superlativo Dincic (oramai sempre più perno fondamentale del rooster partenopeo), per restare in scia. Si va al riposo, con il tiro da 3 di Provenzani, che manda le due squadre al riposo sul punteggio di 24 a 26.

Ad inizio secondo quarto, Napoli riprende in mano le redini della gara, con duelli interessantissimi, tra cui spicca quello tra Molinari e Vita Sadi; Malagoli riesce a piazzare un importante break di 6 a 0, Gottini replica dal canto suo con una vera prodezza, che tiene ancora in gara gli ospiti, che realizzano un parziale di 0 a 5 con Gatti.

Ancora Chiera però, con un inspirato Ermkaa, ricuciono o lo strappo, impattando sul 41 a 42, quando si va all’intervallo lungo.

Al rientro sul parquet, ne i napoletani, ne i siciliani, sembrano voler mollare; Di Viccaro e Florio si sfidano dal perimetro, Provenzani e Agosta realizzano un break di 0 a 5, Chiera dal perimetro è un vero e proprio “cecchino”, ma ancora Vita Sadi e Sirakov, provano a rimettere la testa avanti.

Il terzo quarto si chiude così, sul punteggio di 57 a 62 per l’Alfa Catania.

L’ultimo quarto è davvero rocambolesco, con Napoli che schiaccia il piede sull’acceleratore, e andando a segnare un parziale di ben 10 a 0, chiuso ancora una volta da Ermkaa, che di fatto, chiude i giochi. Sirakov cerca di replicare a Dincic, ma un ulteriore break di Di Vaccaro, scrive la parola fine.

L’incontro finisce con il punteggio di 79 a 69 per la Generazione Vincente Napoli Basket, nonostante un Guarino in precarie condizioni fisiche, ed in ombra, ma con un Ermkaa finalmente decisivo, un Chiera in grande spolvero e sempre più coinvolto nelle trame di gioco, e con un Dincic che chiude in “doppia-doppia”, con 11 punti e 14 rimbalzi.

Top scorer per i partenopei Adrian Ignacio Chiera, autore di 20 punti a referto. In doppia cifra anche Di Viccaro (15), Erkmaa (15), Dincic (11) e Malagoli (11).

A fine gara, il coach della Generazione Vincente Napoli BasketGianluca Lulli ha analizzato la meritata vittoria contro l’Alfa Basket Catania: «Sono contento – ha dichiarato in un comunicato del club -, perché nella ripresa abbiamo avuto una grossa reazione. Abbiamo voluto fortemente il successo con sacrificio ed una coriacea difesa negli ultimi cinque minuti. Siamo stati bravi a subire soltanto 27 punti nel secondo tempo. Affrontavamo un avversario importante, la cui classifica non rispecchia l’attuale valore. Facciamo fatica a leggere alcune situazioni, ma stiamo crescendo. L’inserimento di Bagnoli sarà importante dal punto di vista psicologico».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il play/ala Adrian Ignacio Chiera, MVP della gara, che ha così commentato: «Sono molto contento di aver ottenuto questa, preziosa, vittoria – ha dichiarato a Radio Punto Zero -. Abbiamo conquistato due punti fondamentali, che ci aiuteranno ad acquisire ulteriore fiducia in vista delle prossime, importanti, sfide. Durante la scorsa settimana siamo riusciti a svolgere delle buone sedute d’allenamento, nonostante le assenze di alcuni elementi. Per ora, ci godiamo questo successo. Domani torneremo in palestra, sapendo che avremo un arma in più (Bagnoli, ndr)».

Ti è piaciuto l\'articolo?

Vota da 1 a 5

risultato / 5. Numero voti

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

97total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

Lascia un commento