Parte il toto-Icardi, cosa farà l’argentino?

Hits: 29

Ci eravamo quasi abituati alle continue richieste di rinnovo da parte di Mauro Icardi, con la partecipazione sovrana e insistente di Wanda Nara, moglie e agente dell’argentino. Con l’arrivo di Marotta, però, sembra che questa routine sia arrivata al capolinea, e forse, anche la carriera di Icardi con la maglia dell’Inter.

Beppe Marotta si rivela dirigente dal pugno di ferro e a farne le spese per primo è stato Nainggolan, messo fuori rosa per un paio di giornate, per via di comportamenti non idonei alla linea che lui ha sempre seguito quando era alla Juve. Lo stesso, adesso, sta capitando ad Icardi, al quale gli è stata tolta la fascia da capitano in modo improvviso, duro e freddo, ovvero attraverso un tweet. Inoltre l’argentino non è partito alla volta di Vienna per la gara di Europa League, poi vinta, da parte dell’Inter contro il Rapid. Questa, però, spiega Spalletti, è stata una scelta dello stesso numero nove nerazzurro, sentitosi ferito dal gesto significativo della dirigenza.

Il rapporto tra le parti sembra ormai compromesso, con l’argentino che posta frasi “di silenzio” sui social e con l’Inter che piazza Lautaro al centro dell’attacco come se Icardi non fosse nemmeno in rosa. La domanda che ora tutti si pongono, è scontata: “Dove andrà Mauro Icardi?” L’ipotesi più prevedibile è quella del Real Madrid, già presentatosi in passato alla porta di Suning proprio per l’ex sampdoriano. Per lo stesso motivo, ovvero lo svecchiamento del proprio attaccante, Icardi potrebbe volare in direzione Parigi, con Cavani che potrebbe addirittura tornare in Italia. La terza opzione, quella più catastrofica, è un rewind delle parole di Fabio Paratici, che in estate dichiarò di voler dare l’assalto ad Icardi, prima di fiondarsi su Cristiano Ronaldo grazie all’assist di Jorge Mendes. Attenzione, però, alla possibile permanenza. Dopotutto Nainggolan è stato rimesso in rosa e sta anche dando una grossa mano alla squadra di Spalletti. Ad Icardi basterebbero forse delle umili scuse, ma non sappiamo cosa realmente accade nello spogliatoio dell’Inter e se la squadra rivuole indietro il suo vecchio capitano, con o senza fascia.

Autore dell'articolo: Luca Alvieri

Grande appassionato di calcio, italiano ed internazionale. Grandissimo tifoso del Milan, delle favole calcistiche e della storia che il calcio racconta. Se il pallone avesse un volto, sono sicuro che assomiglierebbe al mio...

Lascia un commento