Flash News
25 settembre 2018

Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Napoli Fiorentina 1-0: è di Insigne il goal scaccia polemiche

servizio di Vincenzo Capretto @ riproduzione riservata


Il Napoli vince di misura con la Fiorentina allontanando polemiche e soprattutto tanti detrattori.
Ancelotti propone ancora un mini turn-over in vista dell’impegno di Champions di martedì contro la Stella Rossa. Maksimovic sostituisce Albiol, Karnezis al posto di Ospina e Mertens al posto di Milik anche se in realtà nella prima parte di gara è Insigne a sorpresa che occupa la posizione di prima punta.

Sin dalle prime battute si nota un Napoli molto più attento e accorto, tant’è che in fase di non possesso gli azzurri difendono con un classico 4-4-2 con Callejon che si abbassa sulla linea di centrocampo.
Il primo tempo sfila come una partita di fine stagione, visti i ritmi, il caldo e la poca affluenza di pubblico accorsa all’impianto di Fuorigrotta. Il più mobile risulta essere Insigne che sfiora un paio di volte la realizzazione, per il resto poche emozioni e qualche sbadiglio di troppo.
Nella ripresa il canovaccio dell’incontro non cambia ma il Napoli prova a spingere di più nonostante l’evidente deficit fisico dovuto sia per l’inizio di stagione ma anche per i tanti giocatori impegnati con le loro nazionali. E’ sempre Insigne ad essere il più pericoloso e intraprendente. Il giusto premio a Lorenzihno arriva a undici minuti dalla fine con la rete della vittoria. Milik lancia lo scugnizzo che in un fazzoletto di campo stoppa e brucia Dragowski.
La stanchezza regna in campo e nonostante la Viola provi a riacciuffare il pari è il Napoli con Zielinski ad avere la palla del raddoppio. Il polacco però sbatte contro l’estremo difensore viola. Il triplice fischio diventa una liberazione e sancisce una vittoria sacrosanta degli azzurri.

@Lapresse

Partiamo da due concetti oggettivi e lampanti. Il Napoli doveva vincere a prescindere la prestazione, questo per non perdere di vista le prime posizioni e soprattutto per dare uno schiaffo a questa lunga scia di polemiche che arrivava dalla partita di Genova contro la Sampdoria. Gli azzurri nonostante non hanno fatto una delle migliori prestazioni hanno ampiamente meritato la vittoria cercandola con più insistenza e voglia rispetto ad una buona Fiorentina ma poche volte realmente pericolosa.
La partita come dicevamo non è stata bella, ha regnato la stanchezza e spesso la noia ma la cosa confortante rispetto a tutte le partite viste fin ora degli azzurri è che il Napoli finalmente ha rischiato davvero poco ed evidente la mano di Ancelotti sia nella testa dei giocatori, con un approccio alla gara finalmente all’altezza e sia con alcuni evidenti accorgimenti tecnico-tattici. Vittoria di cuore che dà morale e serenità anche se c’è da migliorare. La manovra dovrà per forza di cosa velocizzarsi, con reparti più vicini e coesi, più precisione e soprattutto riuscire a creare più varianti negli undici metri ma ripetiamo l’importante oggi era vincere per il resto c’è ancora tempo.
Tutti sufficiente anche se forse dal piccolo folletto belga ci aspettiamo qualcosa in più. Ottimi Koulibaly e Insigne.

Chiudiamo con il discorso pubblico, lungi da noi a schierarci con qualcuno ma una cosa ci preme sottolineare durante la settimana vanno bene tutti i tipi di contestazioni purchè civili ma la “domenica” bisogna essere vicino alla squadra e sostenerla fino al fischio finale. Le polemiche fanno solo male all’ambiente e possono solo far bene alle tante antagoniste degli azzurri.
Martedì il Napoli vola a Belgrado in una trasferta insidiosissima con un ambiente che sarà a dir poco incandescente. Sarebbe importantissimo riuscire a strappare i tre punti per alimentare il “miracolo” qualificazione.

520total visits,2visits today

Lasciate un vostro commento

About Vincenzo Capretto 115 Articoli
Appassionato sin dall'infanzia di calcio ed in particolar modo del Napoli. Laureato in scienze organizzative e gestionali si occupa per FootballWeb dal dicembre 2016 prevalentemente del Napoli e dell'ambiente azzurro.

Commenta per primo

Lascia un commento