Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

FLASH NEWS

Asd C. Frattese, la città approva il nuovo progetto. De Simone pronto ad altri annunci

Servizio di Stefano Sica @riproduzione riservata

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Prende forma la nuova Asd C. Frattese di Rocco D’Errico, che nelle ultime ore ha provveduto ad annunciare i nomi del nuovo tecnico (Andrea Ciaramella) e del neo direttore sportivo (Marco De Simone). Primo tassello, come avevamo anticipato in anteprima, Claudio Costanzo, indiscussa bandiera nerostellata approdata alla SSCD Frattese (l’attuale club militante in D) nel 2013. Nel frattempo, c’è grande entusiasmo in città per questa nuova avventura. I tifosi – o almeno la stragrande maggioranza di loro – ha già sposato con convinzione il neonato progetto nerostellato, quello che sentono più vicino alle loro istanze. Insomma, sembra sempre più un separato in casa il vecchio SSCD, che ha annunciato di voler disputare le gare casalinghe allo Ianniello ma che ancora non ha onorato il corposo debito contratto con l’amministrazione comunale per l’utilizzo in questi anni della struttura (una somma stimata oltre i 100mila euro e che per ora ha provocato il niet del sindaco Del Prete). Intanto, la vecchia Frattese ha ufficializzato la nomina di Vincenzo Ferrieri come nuovo direttore sportivo, rivelando che entro la fine di luglio sarà indetta una conferenza stampa per presentare programmi e idee in vista della prossima stagione, nonché il nuovo organigramma societario che ruota intorno all’ex dominus del Savoia, Gaetano Battiloro. A tal proposito, la Asd C. Frattese ha replicato che l’ex patron Antonio Nuzzo, “se avrà intenzione di cedere le sue quote dovrà, come da Statuto societario, offrirle preventivamente agli altri soci, a pena di nullità assoluta dell’atto stesso di vendita. E, ricoprendo alcuni dirigenti della scrivente società la qualità di soci di minoranza nella srl “Sscd Frattese” e non essendo gli stessi mai stati avvertiti formalmente da Antonio Nuzzo circa la sua intenzione di cedere le quote, qualsiasi atto di cessione sarà automaticamente viziato da nullità”. In sostanza sono già iniziate le schermaglie tra i due club, sulla falsariga di quanto accaduto a Sorrento tra la vecchia società (poi fallita lo scorso settembre) e il neonato Football Club Sorrento che si garantì l’utilizzo totale del campo Italia con la contestuale migrazione del Sorrento Calcio verso altri lidi (Pimonte, Mugnano e Kennedy di Napoli). Due stagioni fa, tuttavia, anche la Sibilla Soccer, che all’epoca militava in Eccellenza e poi sarebbe fallita, fu costretta a lasciare Bacoli per il braccio di ferro col sindaco Josi Della Ragione, ed a fare spazio alla nuova Bacoli Sibilla che cominciava il suo percorso in Prima Categoria coinvolgendo una larghissima fetta del tifo bacolese e conseguendo due promozioni consecutive. Fatto sta che la SSCD, che pur di mantenere il titolo sportivo ha provato a trovare soluzioni anche fuori Frattamaggiore (c’è stato un netto diniego da San Giorgio), sarà chiamata a breve ad indicare un impianto valido nel quale tenere le gare ufficiali interne, pena l’esclusione dal campionato. Entro la prossima settimana se ne saprà di più. Ma, intanto, il tandem D’Errico-De Simone è già in movimento. Forte dell’appoggio della città e di una progettualità già chiara e delineata.

886total visits,2visits today

About Stefano Sica 533 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di Footballweb

Commenta per primo

Lascia un commento