Benevento e Salernitana in campo per tornare a vincere

Hits: 7

Benevento e Salernitana scendono in campo sabato alle 15.00, entrambe reduce da due sconfitte consecutive. Affrontano rispettivamente Spezia e Livorno. Al Vigorito dirige Giua di Olbia. L’imperfetta difesa di Cremona, vedrà il rientro di Volta. Antei potrà così ritornare al centro. Insieme a Caldirola potrà riportare gli appoggi per le vie esterne su Di Chiara e Letizia. Che dovranno sfoggiare tutte le loro qualità elastiche e fisiche, dopo un po’ di ruggine. In mezzo al campo, che sia scelto Crisetig o Viola (che si dice ancora possibilista sui grandi obiettivi, al punto di scostare l’etichetta di paventate vertigini ed anzi di voler giocare per ridare e riprendere entusiasmo rinnovato per vincere da qui alla fine) piuttosto che Tello (citato sul Fatto Quotidiano per l’inchiesta sulle plus valenze) a cambiare dovrà essere la musica suonata in terra lombarda. Altrimenti l’incomodo potrebbe risultare l’ultimo arrivato Vokic. Che ha fatto vedere note liete nella sua apparizione in corso. Così come anche li davanti, con Coda che alterna fasi in cui vede straordinariamente la porta ad altre in cui cerca di divincolarsi ma non dissimula sprechi sotto porta; Improta e Insigne devono risollevare le sorti proprie e del reparto. A lasciare perplessi i tifosi sono però le dichiarazioni del mister Bucchi, che nonostante l’ultimo doppio passivo ha visto l’atteggiamento giusto, dando a suoi tutti i meriti di una sconfitta immeritata. Quando l’ambiente avrebbe voluto maggior autocritica di qualità tattica, per migliorare gli automatismi di gioco che a volte si inceppano. Sarà Di Paolo della sezione di Avezzano a dirigere invece Livorno-Salernitana. Nella settimana in cui è sceso in campo anche il Governatore De Luca chiedendo a Lotito cosa voglia farne della Salernitana; i giocatori devono rispondere presenti e senza alibi. Calaio sta affinando il suo arco per scagliare quelle che sono state le sue migliori frecce contro i labronici. Yallow deve rompere il disequilibrio che lo caratterizza, e pendere verso la sua parte calcistica più nobile. Djuric dovrà dimostrare almeno di esserci. Altrimenti Gregucci potrebbe tentare una qualche svolta con fish di fiducia per Vuletich. La volontà della settimana di ritiro a San Gregorio Magno, e’ stata quella di cercar di tenere tutti ad un tempo in posizione di equilibrio ma sulla corda. Con il rientro di volti quali Bernardini, Perticone e soprattutto Di Gennaro. Praticamente nuovo acquisto visto che le sue apparizioni sui radar su sono perse al mese di ottobre. A 24 ore dalla gara, sciolto il ritiro; sarà come sempre il campo a dar risposta al di la’ di quella del duo presidenziale Lotito-Mezzaroma, che non han preso di buon grado l’ingerenza extra calcistica, sentendo di dire che già tanto si fa tenendo la squadra in categoria.

Autore dell'articolo: Carmine DArgenio

Giornalista tutto tondo, dalla cronaca allo spettacolo sino al calcio

Lascia un commento