Flash News
16 agosto 2018

Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Sampdoria Napoli 0-2, arriva il record di punti

servizio di Vincenzo Capretto © riproduzione riservata


Il Napoli con una bella e nitida vittoria tocca quota 88 raggiungendo il record di punti della sua storia. Complimenti a tutta la Società Calcio Napoli per questo grande traguardo.

La partita inizia con un Napoli pimpante e ben lontano da quello visto a Firenze prima e contro il Torino la settimana scorsa al San Paolo.
Al primo angolo Mertens insacca in posizione di “offside” ma il VAR clamorosamente non segnala all’arbitro Gavillucci che la palla arriva al belga da un tocco di un avversario. Il Napoli staziona costantemente nella metà campo doriana e, nonostante il terreno pesante causa pioggia, pressa la Sampdoria a tutto campo. Gli azzurri sfiorano più volte la rete, prima con Insigne con un paio di tiri a giro, poi con Albiol che di testa impegna severamente Belec e infine con Ziliensky dalla distanza. La Sampdoria solo nel finale di tempo si affaccia pericolosamente nell’area azzurra con un colpo di testa di Ferrari che colpisce la parte alta della traversa.

Nella ripresa il canovaccio non cambia, è il Napoli a fare la partita ma purtroppo manca il guizzo decisivo per un meritatissimo vantaggio. Al 62’ a termine di uno-due meraviglioso è Insigne che calcia addosso a Belec. Entra Milik al posto di Mertens e il polacco ci mette sessanta secondi per marcare il cartellino con un meraviglioso sinistro all’incrocio dei pali. Purtroppo poi c’è da segnalare la sospensione dell’incontro per tre minuti per cori di discriminazione razziale nei confronti dei napoletani. Così come questi cori sono diventati di consuetudine su quasi ogni campo dovrebbe essere consuetudine sospendere l’incontro e sanzionare con squalifiche i settori responsabili. Il Napoli continua a giocare ed è Albiol a chiudere la partita con un gran colpo di testa su azione d’angolo.

Ansa

Il finale è pura accademia per gli azzurri che chiudono in bellezza la loro ultima trasferta.

I partenopei scendono in campo determinati e con il giusto spirito, ben diverso dalle ultime due partite. Peccato che gli manca solo la rete anche se in realtà gli azzurri l’avevano trovata ma prima l’arbitro e poi il VAR annullano ingiustamente.

A prescindere chi gioca non è ammissibile un errore del genere anche con l’ausilio del VAR. Speriamo che Rizzoli, oggi in tribuna, si faccia sentire nelle sedi opportune con i suoi collaboratori. Si auspica per l’anno prossimo una migliore attenzione e collaborazione tra VAR ed arbitro di campo. Davvero un bel Napoli stasera che fa aumentare ancor di più il rammarico per come è finito questo campionato e per un sogno sfiorato, accarezzato ma non realizzato. Il dubbio resterà per sempre su cosa sarebbe successo se in quel famoso sabato sera il finale del match giocato a Milano sarebbe stato diverso o meglio se le scelte arbitrali sarebbero state, giustamente, diverse. Peccato che solo questo ci resterà, il dubbio.

Stasera, poi, si aggiunge anche un altro cocente e inutile record, mai nessuna squadra arrivata seconda aveva raggiunto così tanti punti.

Ci fa piacere sottolineare una frase di Barzagli che durante l’intervista post gara Roma Juventus, che di fatto ha consegnato il settimo scudetto ai bianconeri, ha ammesso: “ll Napoli ha fatto un grande campionato, forse meritavamo tutti e due”, almeno qualcuno è obiettivo e lucido.

Ora pensare a domenica all’abbraccio dei tifosi al San Paolo ed a rendere regolare la lotta salvezza e se possibile togliersi un ultimo sfizio, quota 90!! Poi forse salutare degnamente Mister Sarri.

873total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

About Vincenzo Capretto 108 Articoli
Appassionato sin dall'infanzia di calcio ed in particolar modo del Napoli. Laureato in scienze organizzative e gestionali si occupa per FootballWeb dal dicembre 2016 prevalentemente del Napoli e dell'ambiente azzurro.

Commenta per primo

Lascia un commento