Flash News
18 Gennaio 2019

Footballweb ©2014-2019 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Coppa Italia Eccellenza – La finale sarà tra Giugliano e Audax Cervinara

Servizio di Maurizio Longhi @riproduzione riservata

Sarà Giugliano-Audax Cervinara la finale della Coppa Italia di Eccellenza, due squadre costruite per vincere i rispettivi gironi. I caudini sono in testa al girone B e sognano l’en plein, il Double, ma in campionato devono comunque guardarsi dagli assalti delle inseguitrici quali Agropoli, San Tommaso, Pol. Santa Maria e Battipagliese. I tigrotti, invece, sono all’inseguimento della capolista Frattese, lontana tre punti, e già dalla prossima giornata sperano nell’aggancio, anzi, dal momento che i nerostellati affronteranno la terza forza del campionato, l’Afragolese, agli uomini di De Stefano un pareggio andrebbe ancora meglio per poi sferrare l’assalto alla leadership. Sarà sicuramente una bella partita tra due squadre allestite per un campionato di vertice, lanciarsi in pronostici sarebbe un azzardo. Entrambe hanno dovuto sudare per guadagnarsi la finale. Il Giugliano, dopo il pareggio a reti bianche in casa del Casoria, doveva vincere al ritorno e le cose si erano messe male con il vantaggio di Cafaro. All’intervallo, conducevano gli uomini di Amorosetti, ma nella ripresa sono esplosi i big dei gialloblu e non c’è stato verso di contenerli. Sono andati in gol Caso Naturale, Fava e Liccardo, tutt’e tre l’anno scorso hanno vinto la coppa con la maglia del Savoia e vogliono ripetersi anche a Giugliano. La rete del 4-1 è stata firmata da Tarascio. Onore al Casoria per essersela giocata a viso aperto nonostante il divario tecnico e anche a Cafaro che, oltre al gol che aveva gelato il “Vallefuoco”, si è reso protagonista di un gesto nobile ed esemplare. Si stava involando tutto solo verso la porta quando il suo marcatore, Di Girolamo, è piombato a terra lamentando un infortunio, anziché approfittare della situazione, si è fermato permettendo ai sanitari di entrare in campo per soccorrere il suo avversario. Quell’azione, registratasi nel primo tempo con il Casoria in vantaggio, avrebbe potuto stendere i padroni di casa e galvanizzare ulteriormente i viola, ma ha prevalso la sportività, un gesto da applausi e che riconcilia con questo sport. Nell’altra semifinale, l’Audax Cervinara ha ribaltato il 2-3 dell’andata. La qualificazione passava per la trasferta di Agropoli e i caudini sono andati ad imporsi in terra cilentana con una doppietta di Befi lasciando gli uomini di Esposito con tanto di naso. Il post-partita è stato caratterizzato da tante polemiche per un arbitraggio che non avrebbe assegnato un rigore all’Agropoli e ne avrebbe concesso uno con molta generosità al Cervo. Non era facile ribaltare la sconfitta casalinga dell’andata contro un’avversaria così quotata e, tra l’altro, una diretta concorrente per la vittoria del campionato, la squadra di Iuliano ci è riuscita certificando la forza che sta emergendo anche nel girone. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una finale scoppiettante tra una Tigre e un Cervo.

Ti è piaciuto l\'articolo?

Vota da 1 a 5

risultato / 5. Numero voti

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

447total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

About Maurizio Longhi 545 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Commenta per primo

Lascia un commento