Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

F1: Gp di Abu Dhabi, ultima prova di una stagione ad egemonia Mercedes

Il 26 di Novembre con il gran premio di  Abu Dhabi si chiude l’ennesima stagione a marca Mercedes. Quattro i titoli conquistati dalla casa tedesca, tre dei quali conquistati da Lewis Hamilton. La Ferrati non vince dal 2007 e lo fece con il finlandese Kimi Raikkonen che superò sul filo di lana il duo McLaren Alonso-Hamilton. Insomma e per farla breve e da tanto tempo, troppo, che i sostenitori della rossa non festeggiano un mondiale anche se, va detto, Sebastian Vettel avrebbe potuto accontentare i propri sostenitori se non ci fosse stata una dose di sfortuna a minargli il cammino. Ma e non deve essere un alibi, quest’ultima anche accanendosi contro il cavallino non ha avuto alcun potere visto che la Mercedes è sembrata, a tratti, davvero di un altro pianeta. Non a caso e a mondiale già in tasta Hamilton, partito ultimo, è riuscito in una impresa ovvero quella di sfiorare il podio. Si riparte da questo dato, una superiorità a volte schiacciante che la Ferrari deve combattere nei mesi antecedenti all’apertura della contesa, come al solito, fissata per il prossimo Marzo.

Un solo italiano nel campionato mondiale che volge al termine

Da tempo che non vediamo un pilota del bel-paese essere protagonista, l’ultima volta è toccato a Giancarlo Fisichella che con la Ferrari ha disputato cinque gran premi senza andare a punti. ‘Fisico’ aveva sostituito Badoer che aveva preso il posto di Massa fermo per mezza stagione causa un incidente. La stagione che sta per volgere al termine segna il ritorno di un pilota italiano nel circus. Antonio Giovinazzi, ventiquattrenne pilota pugliese, terzo volante della Ferrari, per due volte ha guidato una Sauber ad inizio stagione con il 12esimo posto in Australia ed un ritiro in Cina.

288total visits,37visits today

About Michele Pisani 1968 Articoli
Giornalista sportivo, iscritto all'albo dopo una lunghissima gavetta.

Commenta per primo

Lascia un commento