Flash News
25 settembre 2018

Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Colpo di scena ad Ercolano, Pasquale Borrelli è il nuovo tecnico

Foto Bruno Fontanarosa

Servizio di Maurizio Longhi (foto di Bruno Fontanarosa) @riproduzione riservata


Sarà il suo primo anno di serie D da allenatore, categoria che aveva conquistato con il Portici in una stagione straordinaria chiusa con il primo posto nel girone e la vittoria della coppa. Poi Pasquale Borrelli aveva deciso di restare in Eccellenza accettando l’offerta dell’ambiziosa Afragolese, ma lì qualcosa s’è inceppato e la sua esperienza sulla panchina rossoblu è finita anzitempo. Il biennio alla guida del Portici è stato per lui straordinario, il primo anno gli è servito per gettare le basi di una stagione trionfale l’anno successivo. Adesso, per Borrelli si dischiudono le porte della quarta serie, per ironia della sorte, proprio ad un passo da Portici, ad Ercolano, dove ha militato da giocatore e dove da allenatore ha vissuto una emozione unica violando il “Solaro” contro quella squadra allenata dal suo mentore, Gigi Squillante. Il quale, proprio lo scorso anno, allenava nella città degli Scavi e che ritroverà da avversario dal momento che si è insediato sulla panchina del Savoia, si prevede un derby infuocato tra due piazze incandescenti.

Ad Ercolano, mister Borrelli percepirà l’aria di Portici, dove ha lasciato tanti amici e un ricordo indimenticabile, una piazza che difficilmente dimenticherà visto che ha mosso i primi passi da allenatore e nella quale è stato capitano da giocatore. Ma adesso si dovrà concentrare sull’Ercolanese, dove tra l’altro, ritroverà un attaccante che aveva a Portici e per il quale stravedeva: Emanuele Murolo. Quest’ultimo può ricoprire tutti i ruoli del fronte offensivo, sa agire sia come esterno offensivo in un attacco a tre o come punta di movimento, lo scorso anno, con la maglia del Portici, ha dimostrato di poter ben figurare anche in D dopo aver fatto per anni la differenza in Eccellenza. La decisione di dare l’addio a Maschio e affidare la panchina granata a Borrelli ha colto tutti un po’ di sorpresa, anche perché è imminente l’inizio del campionato, il neo tecnico dovrà necessariamente calarsi subito nella nuova realtà perché non c’è tempo da perdere. Il girone si prospetta bello e avvincente, al di là dei derby tutti da vivere contro club di blasone e altri che conoscono benissimo la categoria militandovi da tantissime stagioni, parliamo di Sorrento, Nola, Savoia, Sarnese, Gragnano, Pomigliano, Gelbison, ci sono delle corazzate pugliesi candidate alla vittoria finale.

Il riferimento è soprattutto a Cerignola e Taranto, tra l’altro nella compagine gialloblu ritroverà un suo ex compagno di squadra proprio a Portici, quel Ciro Foggia a cui l’Eccellenza stava troppo stretta, non a caso con la nuova casacca vorrà riconquistare quel professionismo nel quale ha giocato negli ultimi anni. Ma si prevede una stagione ad alto contenuto emotivo per mister Borrelli, quando affronterà il Nola si ritroverà da avversari Olivieri e Scielzo, con i quali è stato prima compagno di squadra per poi allenarli sia a Portici che ad Afragola, con il primo a cui ha affidato la fascia di capitano nell’anno del Double. Che dire quando incontrerà Del Sorbo, ritornato al Savoia, con il quale ha vissuto una esperienza memorabile ai tempi del Gladiator e che lo scorso anno ha voluto fortemente ad Afragola. Il calcio regala emozioni e porta con sé anche un pizzico di nostalgia, ora Pasquale Borrelli è ritornato sotto al Vesuvio, non più nei pressi della Reggia ma all’ombra degli Scavi, in quella Ercolano in cui è pronto a mettere le tende.

209total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

About Maurizio Longhi 480 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Commenta per primo

Lascia un commento