Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

FLASH NEWS

Nola, quattro marce per avviare il motore di Cusano

Silenzioso e senza scoppi. Per adesso, il motore del nuovo Nola appare così. Il trainer Pompilio Cusano continua a lavorare in concerto col dg Alfonso De Lucia, per dare alla sua squadra una fisionomia ben definita. Ieri, al Keeper Bistrot, nella città bruniana, sono stati presentati ai tifosi i primi quattro componenti della macchina bianconera. In una serata estiva già calda, resa torrida dagli incendi che attanagliano gran parte della Campania, non c’è stato ulteriore bisogno di riscaldare i cuori degli appassionati nolani. Cerimonia informale, con la sola formalità delle firme di rito espletate e foto ad attestare il tutto.

Si respirava curiosità nell’aria. La dirigenza bianconera, capitanata dal neo-presidente Ignazio Avella, dopo un’oretta di suspence (rispetto all’orario preventivato), ha provveduto a soddisfarla. Ribadite le conferme del portiere Avino e dei giovani nolani Alfieri, Latella e Marotta, si è passati ai volti nuovi. Alla corte di Cusano, arrivano Angelo Mocerino, Fiorenzo Falco, Alessio Castiglione e Carlo Sacco.  Mocerino è il più giovane della compagnia, classe ’94. Un terzino fluidificante capace di coprire, all’occorrenza, più ruoli di difesa, con esperienze anche in Serie D tra Gladiator, Savoia e Frattese. Stessa per provenienza per Sacco, attaccante classe ’92 e Falco, esterno originario di Saviano classe ’91, che arrivano dalla Mariglianese. Infine, il più ‘esperto’ della combriccola, nonostante i suoi 27 anni, quell’Alessio Castiglione scuola Napoli, che può vantare 3 anni in nerostellato alla Frattese, oltre alle esperienze con Savoia, Gladiator e Sessana (seppure brevissima). Nell’ultima stagione, il calciatore ha calcato la scena del Progreditur di Marcianise con la maglia della Real Maceratese (Promozione).

Quattro pedine, un solo comune denominatore: velocità e tecnica. Cusano l’ha ribadito anche ai microfoni di FootballWeb: “Il mio Nola lo immagino una squadra che fa della brillantezza e della velocità i suoi punti di forza. Proprio per questo stiamo orientando le nostre scelte, soprattutto nel reparto offensivo, a calciatori di buona qualità, veloci e molto dotati tecnicamente. Calciatori in grado di fare la differenza. Non vediamo l’ora di cominciare. Inizieremo con un pre-ritiro già il 31 luglio. La rosa sarà composta da un mix di calciatori esperti anche di categoria superiore e giovani di qualità, con cui cercheremo di disputare un campionato di buon livello. Cercheremo di avere un buon rendimento, costante, durante tutta la stagione. Sarà comunque un gruppo nuovo che chiaramente impiegherà del tempo a trovare il giusto equilibrio, ma contiamo di trovare presto la giusta quadratura e la continuità. Col direttore De Lucia, stiamo operando scelte fatte con oculatezza ed intelligenza. Speriamo di arrivare al giro di boa del mercato invernale con una rosa da perfezionare al minimo, ma non da stravolgere. “

Alle parole di Cusano, fanno eco quelle del presidente Avella, insediatosi poche settimane fa nel ruolo che Allocca ha lasciato (pur rimanendo in dirigenza). Il neo-patron bianconero fa un primo resoconto della sua esperienza, buttando un occhio anche al passato: “Oggi abbiamo presentato questi che sono solo i primi tasselli del nuovo Nola che sta nascendo. Il dg De Lucia sta lavorando assieme al mister per completare la rosa. Manca ancora qualcosina, ma posso assicurare che saremo pronti per il 31 luglio, quando saremmo attesi da un pre-ritiro. L’anno scorso, abbiamo peccato di inesperienza, inutile nasconderlo, con varie vicissitudini che ci hanno un po’ penalizzato. Cercheremo di evitare di commettere gli stessi errori. Siamo partiti bene, siamo pieni di entusiasmo e ci metteremo tutto l’impegno possibile per dare grandi soddisfazioni a Nola e ai suoi tifosi.”

Pochi meccanismi, selezionati e ben oleati. Per adesso, nessun proclama altisonante, ma solo umiltà. La stessa che Cusano, al termine delle procedure di rito, espone ai tifosi in un breve confronto cordiale. La cornice di tifosi gli chiede impegno costante, poche illusioni e rispetto per la maglia. Lui ne abbraccia idealmente i valori, garantendo la serietà degli “uomini , prima che calciatori”da lui selezionati per questa nuova avventura. Le premesse ci sono. Quando sarà il campo a parlare, bisognerà fargli corrispondere i fatti.

 

Servizio di Valerio Lauri ©riproduzione riservata
Twitter: @Val_CohenLauri

1712total visits,2visits today

About Valerio Lauri 654 Articoli
Nato nella Nola di Giordano Bruno e cresciuto a pane e calcio. Amante della parola scritta, evasione dalle indigestioni di matematica e informatica universitarie. Appassionato di musica a 360 gradi e lettura, nostalgico ma teso alle novità.

Commenta per primo

Lascia un commento