Flash News
22 giugno 2018

Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Nola-Valdiano, Liquidato a FBW: “Vittoria pesante, Improta risolutore. Il Cervinara è un osso duro, servirà un grande pubblico”

Gare semplici, mai! Il Nola pare avere una predilezione per le gare complicate, che siano partite rocambolesche oppure arbitraggi “strani”.  Stefano Liquidato, tecnico del Nola, non ha lesinato energie, portando i suoi ad una vittoria fondamentale per conquistare la quarta piazza in classifica. Ecco tutta la soddisfazione dell’allenatore bianconero ai microfoni di FootballWeb:

MARRA E PREGI – “L’arbitro di oggi era lo stesso arbitro di Pontecagnano, quando il Picciola beneficiò di una rete totalmente irregolare sul 2-0 per noi. E’ venuto a chiedermi umilmente scusa, perchè le immagini televisive che ha visto gli hanno dato torto. Per me ha sbagliato anche oggi, quando al 3′ ci ha negato un rigore su Scielzo, che le immagini televisive chiariranno e che anche gli avversari hanno ammesso. Essendo un direttore di gara che lascia giocare molto, noi abbiamo cercato di giocare anche su questo e fare la nostra gara. E’ andata bene, perchè, nei difetti dell’arbitro, sono venuti fuori i pregi di Vittorio Improta, che si è alzato dalla panchina ed ha risolto questa gara.” 

MERITI DI SQUADRA –  “Dal primo minuto, abbiamo cercato di macinare gioco. Abbiamo avuto occasioni importanti, che sono state sventate grazie al loro portiere Robertiello, che come al solito ha lavorato bene. Bisogna tener presente che ha fatto parate importanti, ha neutralizzato anche il rigore. In quelle situazioni, abbiamo avuto anche un attimo di sconforto, ma la mia squadra ha sette vite. Aggiustando qualcosina, siamo stati eccezionali. Non posso far altro che ringraziare i miei ragazzi perchè, sotto il piano dell’intensità, della propensione al gioco siamo una squadra importante. Non buttiamo quasi via palla, cerchiamo sempre i fraseggi. Teniamo presente che, secondo me, il Valdiano ha una rosa importante. Forse loro a dicembre volevano fare qualcosina in più sul mercato e non ci sono riusciti, ma restano comunque un gruppo di tutto rispetto. La vittoria di oggi è molto pesante, perchè stiamo continuando una rincorsa pazzesca.”

PROSSIMO AVVERSARIO – “Il Cervinara è una squadra fortissima, come struttura di gioco, come giocatori. Ha avuto un momento di appannamento, ma adesso si stanno riprendendo alla grande. Sicuramente domenica prossima vorranno fare la loro onesta gara, come all’andata. La sconfitta dell’andata è cocente, perchè l’abbiamo persa negli ultimi secondi, dopo un ottimo primo tempo e una gran parte di ripresa. Il Cervinara avrà vinto meritatamente, perchè alla fine contano i gol segnati. Sarà una partita vera, una partita sentita visto che anche loro hanno un ottimo tifo al seguito. Oggi c’era un po’ di gente qui allo Sporting, ma spero che domenica prossima ce ne sarà anche un po’ di più, perchè ne abbiamo bisogno. Spero che chi ha visto la partita di oggi possa raccontarlo a qualche amico e portarlo con sè al campo nella prossima.”

ONDA DEVASTANTE – “C’era da sistemare qualcosina, visto che i numeri dicevano che ultimamente prendevamo qualche gol di troppo, derivato per lo più da errori individuali. Oggi, invece, siamo stati perfetti ed è venuta fuori questa buona prestazione difensiva. Ultimamente, però, siamo devastanti in fase offensiva. Nella fase alta, stiamo lavorando veramente e dobbiamo cercare di continuare così, partita dopo partita. Ci godiamo questa vittoria di oggi, ma dobbiamo far valere le nostre qualità anche col Cervinara, perchè è un osso duro. Speriamo di continuare a cavalcare quest’onda, perchè è un’onda importante.

Servizio di Valerio Lauri ©riproduzione riservata
Twitter: @Val_CohenLauri

174total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

About Valerio Lauri 743 Articoli
Nato nella Nola di Giordano Bruno e cresciuto a pane e calcio. Amante della parola scritta, evasione dalle indigestioni di matematica e informatica universitarie. Appassionato di musica a 360 gradi e lettura, nostalgico ma teso alle novità.

Commenta per primo

Lascia un commento