Lollo Caffè Napoli…ora rialzati!

Dopo la pausa di due settimane, per le due amichevoli disputate della Nazionale, finalmente è ripreso il Campionato di Serie A di Futsal, con il Lollo Caffè Napoli impegnato nell’ostica trasferta di Pesaro, nel big match del Pala Nino Pizza di Pesaro.

Scontro di alta classifica quello andato in scena lo scorso weekend, con Mister Màrin che recuperava gran parte del rooster a sua disposizione, oltre ai rientranti De Luca, Cesaroni, Molitierno, Mancha e Jelovcic tutti impegnati con le rispettive nazionali di appartenenza.

Nel presentare la sfida, proprio Mister David Màrin, aveva dichiarato: ” Pesaro è una delle favorite alla vittoria del campionato. Loro hanno giocato la Coppa quindi sono stati fermi per solo una settimana, ma noi abbiamo lavorato bene e i nuovi acquisti Chano, Jesulito , Dimas hanno avuto modo di inserirsi al meglio. Adesso abbiamo tante alternative e possiamo giocarcela alla pari delle altre squadre. Si entra in una nuova fase del campionato e parte una nuova lotta per le prime quattro posizioni della classifica. Poi ci sono le Final Eight. I miei ragazzi fino a qui hanno dimostrato carattere e di essere un gruppo solido”.

Il campo ha però dato un altro verdetto, evidenziando forse oltremodo i demeriti dei partenopei. Con tutti e tre i nuovi acquisti a disposizione dunque, ma dovendo fare ancora a meno di Salas e Wilhelm, ancora infortunati, Napoli si arrende all’Italservice per 5 reti a 2.

Mai realmente in partita, la formazione ospite subisce da subito il predominio avversario, non riuscendo mai a venir fuori dalla propria metà campo, e subendo i continui attacchi della formazione allenata da Mister Colini.

Fin dai primi minuti, prima Taborda, poi Mancuso e Marcelinho cercano con insistenza la via del goal; ma è di Toninadel la rete del vantaggio, che sorprende da posizione defilata l’estremo difensore Molitierno, dopo una spettacolare giocata dello steso Taborda.

Il neo acquisto Chano, al suo esordio in campionato, con Dimas cerca di creare problemi alla retroguardia avversaria, ma è Pesaro a rendersi pericolosa, e solo uno strepitoso Molitierno riesce a tenere in partita gli azzurri.

Si va al riposo sul punteggio di 1 a 0 per Pesaro, con Napoli in evidente affanno, e mai in grado di trovare il bandolo della matassa.

La ripresa ricalca fedelmente le orme della prima frazione di gioco, con i padroni di casa ancora più agguerriti; Molitierno si deve letteralmente “immolare” su Caputo, mentre Salas lo costringe agli straordinari in due occasioni. Borruto cerca il colpo ad effetto, ma ancora l’estremo difensore si supera; nulla può però, sulla prodezza di Mancuso, bravissimo a realizzare la marcatura del 2 a 0.

Napoli a questo punto, prova a reagire; Chano e Dimas, ancora loro, si danno un gran da fare, e proprio Dimas realizza la rete del 2 ad 1; la gara si riaccende, e vive di fiammate. Toninadel viene espulso per doppia ammonizione, e Napoli, in superiorità numerica, ne approfitta per realizzare il pareggio. E’ 2 a 2!

A questo punto sale in cattedra Borruto, capocannoniere del campionato non a caso, che nel giro di una manciata di minuti, realizza due goal; sue le realizzazioni del 3 a 2, e del successivo 4 a 2.

Mister Màrin gioca il tutto per tutto, quando mancano pochissimi minuti alla fine della partita, ed inserisce il portiere di movimento (Jelovcic), ma la mossa non sortisce l’effetto sperato. E’ ancora Borruto, a pochi secondi dalla fine, a realizzare il quinto e definitivo goal, che fissa il tabellino sul 5 a 2.

Napoli esce così sconfitta dallo scontro diretto, pur mantenendo la quarta posizione in classifica, ed in attesa del recupero della gara contro la Meta Catania.

Ti è piaciuto l\'articolo?

Vota da 1 a 5

risultato / 5. Numero voti

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

264total visits,5visits today

Lasciate un vostro commento

Lascia un commento