Ge. Vi. Napoli…set…gioco…partita…incontro!

Hits: 18

Quando manca ormai solo l’ufficialità per l’arrivo dell’ala, classe ’99, Milosevic (miglior realizzatore tra gli “under” di Serie B, con una media di 16.1 punti, 6.6 rimbalzi e 2.4 assist a partita), la Generazione Vincente Napoli Basket ha scaldato i motori, in vista del derby contro la Virtus Bava Pozzuoli. Nel presentare la gara, Coach Lulli, aveva dichiarato: “I puteolani hanno sfiorato la vittoria contro la Mood Project Reggio Calabria – aveva affermato in un comunicato del club – offrendo un’ottima prestazione. Gli uomini di Coach Serpico sono assetati di punti. Vogliamo dare continuità al nostro cammino. Sarà un incontro molto sentito. Forniremo una prova all’altezza, conquistando i due punti e riscattando la debacle dell’andata. Non sarà semplice, ma saremo aggressivi in difesa, collaborando in attacco, dove ultimamente abbiamo lasciato intravedere perfetti automatismi. Mi aspetto il pubblico delle grandi occasioni, che ci sostenga per tutto l’arco del match».

C’erano dunque tutti presupposti per assistere ad un bel match di basket, e le aspettative non sono state deluse; la Generazione Vincente Napoli Basket inanella così il suo sesto successo di fila nel girone D di Serie B Old Wild West, battendo nettamente sul parquet amico del Palazzetto dello Sport di Casalnuovo, la Virtus Bava Pozzuoli per 75 a 53.

Starting five per Napoli composto da Capitan Guarino, Di Viccaro, MilaniDincic e Bagnoli, che parte subito con il piede schiacciato sull’acceleratore, portandosi dopo una manciata di minuti, sul 6 a 2, grazie a Bagnoli e Dincic. Gli ospiti reagiscono subito, e nel giro di 4 minuti, mettono a segno un break di 0 a 5, portandosi meritatamente in vantaggio, grazie alla “bomba” di Bini ed a Tessitore. I partenopei reagiscono con carattere e determinazione, realizzando un contro-break di 6 a 0, chiuso da Guarino, rimettendo la testa avanti, sul 12 a 7.

Di Viccaro e Bagnoli allungano ancora, costringendo Coach Serpico a chiamare il time out tecnico; Bini cerca di tenere in gara i suoi, ma il primo quarto si chiude sul 21 a 15.

Inizia il secondo quarto e Dincic suona subito la carica, rispondendo a Thiam; i puteolani non mollano, riuscendo a tornare in partita ancora grazie a Thiem e Longobardi, capaci di riportarsi sotto, fino al 26 a 23. Napoli piazza però il break decisivo, e con un parziale di 11 ad 1, grazie a Bagnoli e Milani (davvero superlativa la sua prova), e va all’intervallo lungo in vantaggio sul 37 a 24.

Ad inizio ripresa gli uomini di Coach Lulli dilagano, ed un ennesimo parziale di 11 a 0, chiuso stavolta da Dincic, fissa il punteggio sul 48 a 30; Thiam è l’unico dei suoi che ancora combatte e non si arrende, ma può poco contro lo strapotere sotto canestro di Bagnoli; Milani è immarcabile, e nonostante Bini e De Ninno, Pozzuoli paga a caro prezzo l’infortunio occorso a Tessitore, che esce anzitempo dal campo. Il terzo quarto si chiude con Napoli in vantaggio per 64 a 40.

L’ultimo quarto è di semplice “accademia”, con i partenopei ormai padroni del campo, ma colpevoli di fallire troppe occasioni in attacco; Di Viccaro è però “chirurgico” al tiro, Dincic fa valere la sua “giovinezza” sotto canestro, e Denadic è l’ultimo dei suoi ad arrendersi. Ci pensa poi Chiera, nonostante abbia disputato una gara in ombra, a chiudere virtualmente il discorso, realizzando una bomba allo scadere, che fissa il tabellino sul 75 a 53 finale.

Assoluto mattatore dei partenopei è stato Tommaso Milani, che mette insieme 18 punti ed 8 assist. In doppia cifra anche Bagnoli (16), Dincic (14) e Di Viccaro (14).

A margine della partita, nel commentare l’incontro, ancora Coach Lulli, ha affermato:Sono molto contento del risultato e della prestazione – ha dichiarato in un comunicato del club – Siamo stati bravi in difesa, insistendo sui loro punti deboli. Invece, abbiamo sprecato alcune, chiare, situazioni in attacco. Il nostro compito è stato agevolato dalle assenze di capitan Errico e Tessitore, che ha lasciato anzitempo il parquet. L’importante è che abbiamo aggiunto altri due punti in classifica, dimostrando il nostro potenziale. Ci aspetta una settimana intensa, che ci porterà all’ostica trasferta contro l’Irritec Costa d’Orlando».

La guardia Vincenzo Di Viccaro dal canto suo, ha così commentato il successo: “Questa vittoria ha un importante peso specifico – ha dichiarato a Radio Punto Zero – Per noi, significava tanto conquistare questi due punti dinanzi ai nostri tifosi, venendo da un girone d’andata poco roseo. Lavoriamo duramente per far funzionare al meglio gli automatismi. Stiamo progressivamente acquisendo maggiore fiducia. Siamo consci del nostro potenziale. Dobbiamo mantenere questo trend positivo per scalare la classifica». E sulla prossima, insidiosa, trasferta contro l’Irritec Costa d’Orlando: «I siciliani stanno dando del filo da torcere a parecchie squadre. Non sarà un incontro facile, ma proveremo ad avere la meglio”.

Autore dell'articolo: Alessandro Vitiello

Lascia un commento