Viola Rock : La Viola è uscita dal gruppo

Hits: 25

Servizio di Enzo Paudice @riproduzione riservata

Dispiace dirlo, ma la Fiorentina sembra realmente sia arrivata al capolinea per quel che riguarda questo campionato. L’ennesimo pareggio stagionale sembra aver messo UN PUNTO definitivo sulla nostro campionato. Pur supponendo che il settimo posto valga l’accesso in Europa, la squadra di Pioli ha infatti accumulato un distacco troppo elevato dai fuggitivi per poter ipotizzare una risalita. Come un Jack Frusciante qualunque (o John Frusciante se preferite), la Fiorentina è uscita dal gruppo. È questo fa male, anche perché siamo solo a marzo. Che fare? La sola speranza rimane di vincere la Coppa Italia. Tutt’altro che facile, sopratutto in virtù del risultato poco favorevole dell’andata.

Doveva essere l’anno della crescita. L’anno in cui si iniziava a riportare la Fiorentina nelle zone che le competono da sempre, mentre la realtà parla di un’ulteriore involuzione. Sia chiaro, non intendiamo attaccare né la squadra né tanto meno l’allenatore; la grinta, le reazioni di cuore di questa squadra meritano solo applausi. Ma è pur vero che non si può vivere di sole reazioni. Perché la reazione compensa una azione, ma non ha un valore aggiuntivo; il che spiega il numero esorbitante di pareggi. Priva di un vero e proprio gioco, la Fiorentina non impone, ne tanto meno s’impone. Reagisce all’offesa, ma non offende. Ed è sostanzialmente questo che l’ha fatta uscire dal gruppo, che l’ha spinta a fare quel “salto fuori dal cerchio” in modo del tutto non voluto.

Stay Rock and Forza Viola
DA13

Autore dell'articolo: Enzo Paudice

Trentenne, storico dell'arte, amante della musica rock anni '60, '70 e '80 e soprattutto tifoso viola. Tutto questo per footballweb.it

Lascia un commento