Ge. Vi. Napoli…cinquina!

Hits: 5

Con il mercato in entrata ancora in pieno fermento, e con l’ala montenegrina Jakov Milosevic ormai ad un passo dal vestire la casacca azzurra (ma solo dopo aver “incassato” il rifiuto di Allegretti prima e Ganeto poi), la Generazione Vincente Napoli Basketannienta, al PalaZauli di Battipaglia, i cugini della Treofan Givova.

Nel presentare la gara, nei giorni scorsi, Coach Lulli aveva dichiarato: “Sulla carta potrebbe sembrare una pura formalità – ha dichiarato in un comunicato del club – ma dobbiamo rispettare gli avversari ed il lavoro che stiamo facendo. Mi aspetto una prova di maturità e serietà dalla squadra. Proveremo ad avere un minutaggio uniforme per gestire le fatiche settimanali. Voglio che i ragazzi giochino con aggressività, perché bisogna continuare il nostro percorso di crescita in termini di mentalità. Dovremo conquistare i due punti».

Vittoria doveva essere dunque, e vittoria è stata; la quinta consecutiva, nel girone D di Serie B Old Wild West, che permette agli azzurri di salire a quota 20 punti in classifica.

L’inizio è tutto dei padroni di casa, con Battipaglia che dopo pochi minuti, scappa sul 3 a 0 grazie a Martino, gli ospiti reagiscono e piazzano subito un parziale di 0 a 12, targato Dincic, a cui risponde Volpe con un a tripla dall’angolo (10 a 15); I partenopei non demordono, e con un nuovo break di 0 a 6, stavolta grazie a Bagnoli, fissano il punteggio sul 12 a 24, alla  fine del primo quarto.

Inizia la seconda frazione di gioco, ed i padroni di casa accorciano sul -10, grazie alle bombe di Ronconi (un ex) e di Martino; la Generazione Vincente, ancora con Dincic, mette a segno un break di 0 a 7, con Chiera che piazza la bomba del +22 (23 a 45), e Ronconi e Dincic a “duellare” al tiro; il secondo quarto si chiude sul 25 a 50.

Al rientro sul parquet dopo l’intervallo lungo, Bagnoli prova a piazzare l’allungo deciso, Zaccaro con una tripla prova a rimanere in scia, ma è ancora Bagnoli, immarcabile, a dettare legge sotto canestro. Il terzo quarto non ha più praticamente storia, e si chiude sul punteggio di 43 a 76 per gli ospiti.

Il quarto quarto ha ormai poco da poter dire; Battipaglia prova una timida reazione in avvio, ma Malagoli, realizzando quattro punti consecutivi, dichiara virtualmente finito l’incontro. I ritmi di gioco si abbassano notevolmente, Napoli diventa padrona assoluta del gioco, dando minutaggio prezioso anche alla panchina, e la partita si chiude così sul 58 a 106.

Assoluto mattatore dei partenopei è Simone Bagnoli, che confeziona una “doppia-doppia” da 26 punti (13/15 da 2, ndr) ed 11 rimbalzi (37 di valutazione, ndr). In doppia cifra anche Chiera (20), Dincic (14) e Malagoli (12).

Il coach della Generazione Vincente Napoli BasketGianluca Lulli nel commentare il largo successo: «Sono contento dell’atteggiamento della squadra – ha dichiarato in un comunicato del club – I ragazzi hanno preso l’impegno odierno con serietà. Torniamo all’ombra del Vesuvio con due punti che fanno morale. Abbiamo distribuito un discreto minutaggio a tutti gli elementi dell’organico. Gli under si sono fatti trovare pronti. Domani torneremo sul parquet per preparare il derby contro la Virtus Bava Pozzuoli. Vogliamo offrire una grande prova per riscattare la debacle dell’andata».

La guardia/ala Pietro Giovanardi ha aggiunto: «Siamo stati bravi a non prendere sottogamba l’impegno – ha dichiarato a Radio Punto Zero – Abbiamo messo tanta aggressività sul parquet, cominciando alla grande ed accumulando un grosso distacco. Poi, abbiamo condotto per tutto l’arco del match. È stata una grande opportunità per tutti i giovani, poiché abbiamo lasciato intravedere il nostro potenziale, divertendoci. La squadra sta attraversando un momento positivo grazie all’inserimento di Bagnoli, che sta dando un considerevole contributo. Contro la Virtus Bava Pozzuoli vogliamo riscattare la debacle dell’andata, conquistando altri due punti».

Autore dell'articolo: Alessandro Vitiello

Lascia un commento