Flash News
17 Dicembre 2018

Footballweb ©2014-2018 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Ge. Vi. Napoli…ad un passo dal trionfo!

Il derby è sempre una partita “speciale”, ricca di stimoli e molto spesso spettacolare. Non ha fatto eccezione, l’incontro tra la Generazione Vincente Napoli Basket e la Decò Caserta, che ha avuto la meglio sui partenopei soltanto dopo un tempo supplementare.

Caserta arrivava a Casalnuovo da prima della classe, e con la meritata fama di squadra “ammazza girone”, attrezzata per centrare la promozione nella massima serie. Serviva dunque una prestazione più che convincente, per poter giocare fino in fondo una gara del genere, in maniera da alimentare anche la propria autostima e guadagnare maggiore credibilità.

Purtroppo i ragazzi di Coach Lulli sfiorano solo l’impresa, cedendo così, solo all’overtime, e di soli 2 punti. Lo starting five iniziale che l’allenatore romano manda in campo, è decisamente stravolto rispetto al solito, con Capitan Guarino e Di Viccaro lasciati in panchina, e Erkmaa, Chiera, Milani, Dincic e Malagoli dall’inizio. I padroni di casa partono bene, proprio con Milani e Dincic che si portano subito avanti 4 a 0. Gli ospiti mettono subito le cose in chiaro, piazzando un parziale di 0 a 9, grazie ad Hassan, portandosi sul 4 a 9. Malagoli prova a ridurre le distanze, Chiera e Bottioni “duellano” dalla lunga distanza, e ancora Malagoli la fa da padrone sotto canestro. Adesso si gioca punto a punto, ma sul 13 a 27, i casertani realizzano un altro terribile mini break, di 0 a 7, portandosi sul 17 a 32; Capitan Guarino cerca di tenere in partita i suoi, ma Dip risponde presente dall’altra sponda. Napoli riesce finalmente a realizzare un break importante, portandosi sul 23 a32, grazie all’intraprendenza di Milani.

Ancora Guarino per la Ge. Vi., e Ciribeni per la Decò, sono implacabili al tiro, ma nuovamente Milani, ed una bomba di Capitan Guarino, fissano il punteggio sul 34 a 38, prima dell’intervallo lungo.

Al rientro in campo, Caserta riprende da dove aveva lasciato, riportandosi a distanza “di sicurezza”, sul 34 a 42, ancora con Ciribeni e Bottioni. I ragazzi di Coach Lulli però, non mollano, e riescono a riportarsi a -1, sul 45 a 46, grazie ad un ispiratissimo duo Dincic Di Viccaro.

Sergio prova a dare un ulteriore strappo alla gara, riportando gli ospiti a +6 realizzando 5 punti di fila, ma ancora Milani tiene in gara i padroni di casa.

Ad avvio di ultimo quarto, Napoli è ancora sotto di 6 (51 a 57), ma con Di Viccaro e Guarino realizza un mini break di 5 a 0, riportandosi sul 56 a 58; Rinaldi colpisce con una bomba da 3 punti, riportando Caserta a+5, ancora Di Viccaro risponde a Petrucci, ma è Dincic, con una tripla dall’angolo, ad impattare l’incontro sul 64 a 64.

Il finale di gara, è vietato ai deboli di cuore: a 15 secondi dalla fine, ancora Dincic appoggia al tabellone il +2 per Napoli (68 a66), Sergio sbaglia una palla da sotto canestro che grida ancora vendetta, e Hassan commette fallo su Milani, sulla ripartenza partenopea. Quando mancano “solo” 4 secondi alla fine della partita, il punteggio è sul 69 a 66, Ciribeni si conquista 2 tiri liberi, ma li sbaglia entrambi.

Ci pensa però Rinaldi ad insaccare la bomba, che porta le squadre all’overtime.

Napoli, seppur scossa, non si perde d’animo, e si riporta a +5, sul punteggio di 74 a 69, grazie a Di Viccaro e Milani; purtroppo però, come spesso succede sono i dettagli a fare la differenza, e così a causa di due palle perse in attacco, la Generazione Vincente Napoli Basket, deve arrendersi ad una coriacea e combattiva Decò Caserta, nuovamente capolista solitaria del Girone D di Serie B, che chiude la gara in vantaggio di 2 punti, sul risultato di 76 a 78.

Top scorer per i partenopei Tommaso Milani con 20 punti a referto. In doppia cifra anche Guarino (17), Dincic (13) e Di Viccaro (10).

Il coach della Generazione VincenteNapoli BasketGianluca Lulli ha analizzato l’immeritata sconfitta contro la Decò Caserta: «C’è grande rammarico – ha dichiarato in un comunicato del club -. Siamo stati bravi a ritornare in scia, pur toccando uno svantaggio di quindici lunghezze. Volevamo fortemente i due punti. Poi, Rinaldi ha trovato una tripla clamorosa sulla sirena, portandoci all’overtime. Siamo stati ingenui a non chiuderla con i tiri liberi di Milani ed a non aver fatto taglia e fuori sull’errore dalla lunetta di Ciribeni. Eravamo ad un passo da una vittoria meritata. Però, non abbiamo sfruttato il vantaggio di cinque punti nel supplementare, venendo battuti. Tuttavia, non ci fermiamo. Andiamo avanti per la nostra strada».

Il playmaker della Generazione Vincente Napoli Basket, Francesco Guarino ha così commentato la cocente sconfitta contro la Decò Caserta: «Questo ko brucia parecchio – ha dichiarato a Radio PuntoZero -. Sono molto rammaricato. Inoltre, faccio fatica a metabolizzare questa sconfitta, poiché il derby ricopre un’enorme importanza per i nostri tifosi. È stato un peccato non poterci regalare un meritato successo. Pur andando in svantaggio di quindici punti, abbiamo mostrato tanto carattere. Dobbiamo fare di più per riportare questa piazza dove merita. Abbiamo giocato alla pari contro una squadra che lotterà per conquistare la promozione in cadetteria. Tuttavia, abbiamo lasciato troppi punti per strada, a causa di numerose ingenuità. La classifica non rispecchia il reale valore delle compagini. Faremo il massimo per risalire la china».

66total visits,2visits today

Lasciate un vostro commento

Commenta per primo

Lascia un commento