Flash News
17 Dicembre 2018

Footballweb ©2014-2018 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Di Biagio in tribuna a Frosinone con un sogno nel cuore

Servizio di Maurizio Longhi (foto di Bruno Fontanarosa) @riproduzione riservata


Il nostro Bruno Fontanarosa l’ha beccato allo Stirpe di Frosinone, Gigi Di Biagio, alla guida della Nazionale Italiana Under 21, gira per gli stadi visionando i suoi pupilli, quelli ai quali si affiderà per vivere a giugno un Europeo da protagonisti. Anche perché si giocherà in Italia, un ulteriore motivo per sognare una competizione di altissimo livello e, perché no, anche trionfale. Cosa manca agli azzurrini? Proviamo solo ad immaginare un trio d’attacco composto da Lorenzo Pellegrini e Chiesa a ridosso di Cutrone, e volete farci credere che questa Nazionale non possa ambire al titolo? Ma anche il centrocampo non sarebbe da meno, anzi, Di Biagio avrebbe l’imbarazzo della scelta tra Barella, Zaniolo, Mandragora, Locatelli e chi più ne ha più ne metta, saranno anche giovanissimi ma potrebbero essere considerati già dei big, non foss’altro perché in molti sono titolari nei club di appartenenza nonché in orbita Nazionale maggiore. Alzare il livello di aspettativa sarebbe controproducente, metterebbe solo pressione su questi giovani che dovranno essere bravi a creare un gruppo coeso e affiatato per poter essere anche vincente. Gigi Di Biagio, dal canto suo, dovrà essere bravo, anzi, bravissimo a tenere tutti uniti, a far sentire ciascuno parte integrante di un progetto che punti in alto. Il compito più difficile è proprio quello del timoniere, dovrà tenere tutti sulla corda perché ognuno possa dare il massimo, anche chi non parte dal primo minuto può essere decisivo a gara in corso, si vincono così i campionati, figurarsi una competizione dove ogni partita è un mors tua vita mea. Facile immaginare che Di Biagio, di qui a giugno, girerà ancora, vedrà una infinità di partite e non c’è depistaggio che tenga, potrebbe trovare il nostro Bruno Fontanarosa appollaiato ovunque, pronto a immortalarlo, magari mentre prende appunti o bisbiglia qualcosa nell’orecchio di un collaboratore. L’Italia Under 21 si candida a vivere un Europeo da protagonista, non da favorita perché ci sono altre selezioni di tutto rispetto e piene di talenti, ma servirà anche grande umiltà, questo è uno dei tasti più importanti sui quali il Ct dovrà battere forte. Guai se qualcuno dovesse assumere atteggiamenti da star o da primadonna, tutti devono sentirsi sullo stesso piano, chi ha un costo del cartellino esorbitante, chi gode di un ingaggio già bello consistente e chi ha meno visibilità ma non per questo meno fame. Buon lavoro a Gigi Di Biagio e in bocca al lupo alla Nazionale Under 21, può essere che stimoli anche quella di Roberto Mancini, chiamata a rilanciarsi dopo uno dei periodi più bui.

179total visits,1visits today

Lasciate un vostro commento

About Maurizio Longhi 528 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Commenta per primo

Lascia un commento