Tre vittorie consecutive per la Palmese, prossimi due turni cruciali per la salvezza

Hits: 100

Servizio di Maurizio Longhi @riproduzione riservata

Quando il gioco si è fatto duro, la Palmese ha dovuto mostrare gli occhi della tigre. La classifica si era fatta deficitaria e allarmante, ma nell’ultimo periodo, la squadra rossonera si sta rilanciando nel tentativo di tirarsi fuori dai bassifondi. Contro la Virtus Avellino è arrivato il terzo successo consecutivo, dopo le vittorie contro San Vito Positano e Solofra, un trittico di vittorie preceduto dal pari beffardo contro l’attuale capolista San Tommaso, in attesa del recupero dell’Audax Cervinara. A Serino non è stato facile, dopo essere passati in svantaggio, si è erto a protagonista il leader per eccellenza, quel Nando Salvati che a gennaio è ritornato a Palma Campania avendo disputato la prima parte di stagione nel campionato maltese. La sua punizione è servita per trovare il pareggio, poi la zuccata di Farriciello, acquisto di dicembre, ha fatto il resto e la squadra è ritornata a casa con l’intero bottino violando un campo molto insidioso. Farriciello, tra l’altro, era stato l’eroe anche della gara vinta di misura una settimana prima contro il Solofra, segno che anch’egli si sta caricando la squadra sulle spalle per condurla alla permanenza in categoria.

Tanta soddisfazione per la vittoria di Serino e anche tanta commozione, soprattutto per mister Carlo Sanchez che ha potuto dedicare la vittoria alla cara madre, venuta a mancare qualche giorno prima, un momento di inevitabile dolore squarciato da un brandello di gioia per un successo fondamentale. Raggiungere il risultato sperato con il volto segnato dalle lacrime, ha una doppia valenza, perché è un momento in cui si scopre una forza che non si pensava di avere. Ora, l’obiettivo di mister Sanchez è quello di condurre la Palmese nel porto sicuro della salvezza, la strada tracciata è quella giusta, ma il prossimo turno è ancora più importante. Si affronterà la Battipagliese, altra squadra in lotta per la salvezza, e pensare che per il loro blasone entrambe meriterebbero ben altri orizzonti. Ma questo campionato è andato così, la Palmese adesso deve pensare solo ad allungare questa striscia di vittorie, quella contro la Battipagliese, poi, è una gara particolare per Salvati che, lo scorso anno, contro le zebrette siglò il suo centesimo gol in carriera, un traguardo sensazionale per un difensore centrale.

Le prossime due giornate potranno essere quasi decisive per la corsa alla salvezza. Se la Palmese dovesse imporsi anche sulla Battipagliese, ci sarebbe la possibilità di scavalcare la Scafatese che sarà di scena sul campo del San Tommaso, che non può permettersi di perdere punti per il primo posto, sulla carta sono favoriti gli irpini ma non esistono risultati scontati. Sempre i canarini, la settimana successiva, giocheranno contro l’Agropoli, altra compagine in lotta per la promozione diretta anche se in panne nell’ultimo periodo, mentre la Palmese se la vedrà col Valdiano penultimo in classifica, con il quale attualmente ci sono undici punti di differenza, ampliarli ancora sarebbe una ipoteca sulla salvezza. È il momento cruciale del campionato anche per la Palmese, l’obiettivo è conservare il massimo campionato regionale, poi si potrà programmare il futuro.

About Maurizio Longhi 585 Articoli
Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Commenta per primo

Lascia un commento