Footballweb ©2014-2017 – Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Resp: Michele Pisani

Alberto Brignoli: il volo dell’angelo e la favola del Benevento

Risultato immagine per alberto birgnoli benevento milan
L’esultanza di Alberto Brignoli, nella storia del club e del calcio italiano

Sono le ore 14:25, al Ciro Vigorito di Benevento quando, nei minuti finali della sfida contro il Milan, il portiere classe ’95, Brignoli, durante un’ultima mischia in area di rigore, vola più in alto di tutti e colpisce di testa la palla che regala il pareggio alla squadra campana. Un 2-2 che fa esplodere uno stadio gremito di tifosi beneventani e non. Un 2-2 destinato a fare la storia: il Benevento, infatti, sigla il primo punto della sua storia in Serie A dopo ben 14 sconfitte consecutive. Nessuno si sarebbe mai aspettato che a siglarlo fosse, però, un portiere. L’ultimo caso risale, infatti, al 2006. Il portiere numero 1 del Livorno era, all’epoca, Marco Amelia che siglò un gol di testa al minuto ’88 addirittura in Coppa UEFA nella sfida contro il Partizan Belgrado. In Serie A, invece, bisogna andare a cercare nei ricordi dell’anno 2001, quando fu Massimo Taibi, portiere che segnò in Reggina-Udinese il gol dell’1-1 al minuto ’87. In quel caso eguagliò Michelangelo Rampulla, primo in assoluto ad andare a segno nel lontano 1992. “La panchina mi diceva di salire. Ho pensato non ci fosse più nulla da perdere. Ho saltato su quel calcio d’angolo, ho chiuso gli occhi e ho segnato. E’ stato un tuffo istintivo, da portiere e non da attaccante.”. Queste le parole riportate di Brignoli che ha, poi, sottolineato quanto fosse merito non solo suo, ma di una squadra che ci ha sempre creduto, fino alla fine dei novanta minuti. “Abbiamo perso tante partite nei minuti finali. Oggi è toccato a noi!”, ha poi concluso il portiere delle streghe. La stagione del Benevento non è cominciata certamente nella maniera migliore. Agli occhi di tutti, infatti, la società campana è già nuovamente in Serie B. Perché sfortunata o perché semplicemente non adatta al calcio della massima categoria. Il calcio, però, è sempre pronto a smentirci e i più speranzosi auspicano per una seconda favola dopo quella crotonese dell’anno scorso. Ci sono tante partite ancora e tanti punti in ballo e il Benevento ha dimostrato di essere una squadra che si arrende difficilmente, capace di creare non poco fastidio persino all’Allianz Stadium contro la Juventus di Allegri. La salvezza, almeno matematicamente, non è impossibile e i calciatori hanno il diritto di crederci sotto la guida di Roberto De Zerbi. Risultato immagine per alberto birgnoli benevento milanIl calcio è strano, direbbe qualcuno, e quella che all’apparenza doveva essere una trasferta dai facili tre punti si è trasformata, per il neo-tecnico Gennaro Gattuso, in un incubo. “Ho sognato questa partita, ma nemmeno nei sogni c’era il portiere che segnava al 95esimo..”, ha così ironizzato l’ex campione del mondo. Ma anche sottolineato quanto non potesse il Benevento restare fermo a 0 punti, quanto non fosse giusto, per tutte le volte che le streghe sono state punite proprio in zona Cesarini. E’ una ruota che gira per tutti e stavolta, un gol siglato nell’extra time, potrebbe significare una svolta. Una svolta in una stagione fin qui troppo sfortunata.
Alberto Brignoli, dunque, è simbolo del riscatto di una città che ha gioito al momento del pari, consapevole del primo punto nella massima serie. E’ eroe entrato nella storia del club (e in quella del calcio italiano) facendo il massimo per spingere quel pallone oltre la linea di porta. E già il fatto che il Benevento sia in una realtà cosi grande è un’impresa per una società che in pochi anni ha fatto passi da gigante. Il suo volo “dell’angelo” è semplicemente il più bel gesto con il quale una città potesse festeggiare un evento così importante. Ricapitolando ci sono tutti i requisiti: Benevento-Milan è una favola. C’è il protagonista, Brignoli. C’è l’antagonista, il Milan ed, infine, il lieto fine. Un dolce lieto fine, con il protagonista che sconfigge il nemico regalando alla propria gente, una piccola porzione di meritata felicità.

165total visits,1visits today

About Marco De Luise 242 Articoli

Giornalista pubblicista di Footballweb

Commenta per primo

Lascia un commento