Girone A di Eccellenza – Clamoroso al “Chiovato”, cade la Frattese e il Giugliano incalza

Hits: 40

Servizio di Maurizio Longhi @riproduzione riservata

Anche in Eccellenza, le cose possono cambiare nel giro di tre giorni. Il Giugliano veniva da una settimana abbastanza deludente con il pareggio allo “Ianniello” nello scontro diretto in casa della capolista Frattese, che poteva sorridere mantenendo invariato il vantaggio di sei punti, e la sconfitta ai rigori nella finale di Coppa Italia contro l’Audax Cervinara. Per non farsi mancare niente, la società doveva anche trovare il sostituto al dimissionario De Stefano e la scelta è ricaduta su Agovino, che sembrava promesso sposo della Sarnese. Contro il fanalino di coda Virtus Ottaviano, non c’è stata partita, un 4-0 che non ha mai messo in discussione il risultato, e si pensava che più o meno sarebbe successa la stessa cosa al “Chiovato” tra Flegrea e Frattese. La previsione trovava conferma con il doppio vantaggio degli uomini di Ciaramella che, improvvisamente, sono crollati incassando quattro gol e chiudendo addirittura in nove uomini. 4-2 il risultato finale per la squadra di Califano che, da una vittoria simile, può solo trarre copiose dosi di autostima per emergere dalla zona play out. Ora ci sono tre punti di distanza tra la Frattese e il Giugliano, con nove partite da qui al termine della regular season, è bastata una sconfitta della capolista per riaprire tutto. I tigrotti affidati ad Agovino non hanno avuto neanche il tempo di leccarsi le ferite che sono ritornati prepotentemente in corsa per la leadership, non che siano mai stati tagliati fuori, ma se con il passare delle giornate i punti da recuperare fossero rimasti sempre sei, sarebbe potuta subentrare anche un po’ di frustrazione. Lo scivolone dei nerostellati, ha riammesso alla corsa anche una terza squadra, l’Afragolese, che sembra aver trovato la propria fisionomia. La vittoria contro il Gladiator della scorsa settimana, e quella casalinga contro il San Giorgio con la firma di Marzullo, hanno rilanciato i rossoblu di Masecchia in ottica primo posto, la squadra ha ritrovato vigore e fiducia, tutto può succedere. Il quarto posto se lo contendono Gladiator, tornato al successo in casa della Puteolana con il solito guizzo di Di Paola, e Casoria, fermato sul pari a Mondragone. Ne ha approfittato l’Afro Napoli che, violando il campo del Real Forio con la doppietta di Dodò, non perde competitività nella lotta per un posto nei play off. L’Albanova, pur contando su un Cifani mai stato così prolifico, se n’è ritornata a casa solo con un punto dal campo della Virtus Volla, che si conferma ostica dopo aver inflitto un pesante ko ai multietnici dell’Afro Napoli. Lo scontro salvezza tra Aversa Normanna e Barano, si è chiuso con la netta vittoria degli aquilotti isolani e lo scenario retrocessione sembra ormai delineato, con Aversa Normanna e Virtus Ottaviano che si avviano a salutare mestamente la categoria.

Autore dell'articolo: Maurizio Longhi

Giornalista pubblicista e' uno dei fondatori di www.footballweb.it

Lascia un commento