21 luglio 2017
Footballweb ©2014-2017 - Tutti i diritti riservati. Reg.n° 22/2016. Direttore Responsabile: Michele Pisani

Claudio Tedesco: “Rispetto gli stranieri ma le società non puntano sui nostri ragazzi”

Claudio Tedesco non è conosciuto al grosso pubblico però comunque rimane interessante una chiacchierata con lui.

Intervista di Adamo Recchia

Il calcio rimane una seconda attività ma ricca comunque di soddisfazione. Ha lavorato al Vicenza Calcio ed ora agisce per conto suo ed ha già dei piccoli campioncini sotto osservazione. Ci esprime anche opinioni riguardanti altre tematiche del calcio.

 

Quando hai conosciuto il calcio per la prima volta ? Il calcio l’ho conosciuto a 26 anni allenavo i pulcini della scuola calcio rangers Qualiano una piccola società la quale mi ha fatto crescere in maniera importante. Dopo 3 anni ai rangers sono passato in un’ altra società M10 dove in pratica facevo tutto dal mister al direttore e sono cresciuto ancora di più. Poi nel 2013 per lavoro mi sono trasferito a Milano.  Dopo essere rimasto 1 anno fermo, nel luglio 2015 mi sono buttato nel ruolo di osservatore dove ho preso tanta visibilità raccogliendo quello che ho seminato.

  

La tua attività la svolgi come professione o secondo lavoro ? “La mia attività la svolgo per passione e con passione. Faccio sacrifici ma mi sto togliendo tante soddisfazioni con la fiducia di tutti soprattutto quella dei giocatori seguiti da me.

  

Sei un osservatore lavori per una sola società o per più società ? “Io ho sempre lavorato in proprio portando in prova i miei giocatori alle varie società, poi dal 15 novembre 2016 fino al 30 giugno scorso ho ricoperto il ruolo di osservatore nel VICENZA CALCIO che ringrazio fortemente per l’opportunità oltre al responsabile scouting Piero Borella. Dal 1 luglio sono tornato a lavorare in proprio in attesa speriamo di una nuova chiamata

 

Puoi rivelarci quali calciatori hai scoperto ? Ecco da 2 anni a questa parte seguo un 2003 di grande prospettiva un ragazzo che nel tempo farà parlare molto perchè è un ragazzo che io reputo tra i migliori 2003 nel suo ruolo. Per questione di privacy non metto il suo cognome è un centrocampista centrale al quale sono interessate molte società. Oltre al 2003  sto coltivando anche 3 2002 un portiere un difensore centrale e un attaccante esterno riguardo i quali  a breve mi auguro potrebbero esserci novità positive.

 

 

Var cosa pensi della tecnologia nel calcio ? “E’ utile per evitare i tanti errori colossali che stanno accadendo nel mondo del calcio con la Var si dovrebbero evitare il 70% degli errori. Io sono per la tecnologia in campo che aiuterebbe comunque gli arbitri a sbagliare di meno.

 

 

 

Cosa pensi della presenza di molti stranieri nelle squadre giovanili ? “E’ sbagliato anche se io ho rispetto gli stranieri. Però noi abbiamo tanti giovani forti in italia ai quali purtroppo le società non puntano. Sembra che si stia invertendo la rotta gli stranieri in italia e gli italiani all’estero e non va bene la federazione deve fare qualcosa.

 

 

 

Proprietà straniere di società di calcio italiane cosa pensi di questo fenomeno “Purtroppo imprenditori italiani che investono nel calcio non ci sono per difficoltà economiche allora se i cinesi hanno voglia di investire come Suning all’Inter e i cinesi al Milan ben vengano.

 

 

499total visits,1visits today

Commenta per primo

Lascia un commento